Il Volo, la terribile verità: “Quel giorno che”…siamo senza parole

Una confessione che i tre amici e colleghi hanno rilasciato a distanza di anni e che ha fatto emozionare i fan all’ascolto, nessun immaginava una situazione simile.

Che estate magica stanno vivendo ora i tre compari de Il Volo! Infatti Ignazio Boschetto, Gianluca Ginoble e Piero Barone al momento sono in giro per l’Italia impegnati con il loro tour estivo che va a coprire quello programmato ma saltato del 2020 e 2021 a causa del Covid-19.

Il Volo terribile verità hanno rischiato grosso dettagli
Il Volo (Instagram)

Tante le tappe che copriranno per dare a tutti i fan che avevano acquistato il biglietto negli anni passati la possibilità di seguire live i loro beniamini, che ogni volta fanno il tutto esaurito come vere star internazionali.

Proprio legato al Covid risale il loro racconto più traumatico fatto ai microfoni di “Verissimo” qualche mese fa intervistati da Silvia Toffanin che ha chiesto come hanno affrontato quest’emergenza umanitaria. Loro si sono sbilanciati e hanno ammesso una tragica verità davvero inaspettata.

ll Volo, quel giorno tremendo è ancora vivo nei loro ricordi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Il Volo (@ilvolomusic)

Senza non troppo amaro in bocca, i tre hanno spiegato alla conduttrice che nel marzo 2020, quando è stato imposto il primo lockdown, si trovavano negli Stati Uniti per lavoro. Loro e la direzione dovettero prendere una decisone drastica su due piedi, rischiavano infatti tantissimo.

Siamo scappati con l’ultimo aereo, eravamo più di 30 persone in viaggio, con tutta la troupe. Rischiavamo di rimanere lì, quando siamo tornati eravamo in pieno lockdown”. Hanno raccontato ad una Toffanin molto attenta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Il significato nascosto dietro la borsa della regina Elisabetta

Boschetto, Ginoble e Barone hanno ricordato il momento con grande preoccupazione, l’Italia infatti è stata uno dei primi Paesi a imporre il fermo assoluto e l’impossibilità di spostamenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Beatrice Borromeo, è clamoroso: ecco cosa ha fatto vedere a Parigi

Se non avessero tempestivamente scelto di prendere il primo aereo avrebbero dovuto trascorrere molti mesi fermi negli States lontani dalle loro famiglie, compresi gli addetti della loro squadra che erano in tournée con loro. Per fortuna si tratta solo di un ricordo “lontano”.