Sciopero nazionale dalle 14 alle 18. Si fermano aerei e tanti passeggeri

Sono previsti non pochi problemi in questa domenica di luglio, a causa di uno sciopero nazionale, dalle 14 alle 18, che coinvolgerà alcune delle compagnie aeree con più traffico.

Lo sciopero che partirà tra poco metterà in ginocchio molti passeggeri, che per motivi di turismo o di lavoro, avrebbero dovuto effettuare uno spostamento in giornata; sono soprattutto le compagnie low cost a risentire degli effetti drastici del calo economico, ma saranno gli utenti a rimetterci con effetto immediato.

Sciopero trasporto aereo mette in ginocchio l'Italia
da Instagram

Alcuni sindacati aderenti allo stop di oggi, domenica 17 luglio 2022, stiamo parlando di Filt-Cgil , Fit-Cisl e Uiltrasporti, hanno così commentato “Assistiamo a un pesante degrado delle relazioni industriali dovuto soprattutto a una manifesta incapacità comunicativa e di gestione del personale. A questa situazione si aggiunge l’applicazione non condivisa di parti del piano industriale, lo stop alle trattative per il rinnovo del Ccnl nonché la mancata applicazione, dimostrata in tante occasioni, del protocollo ‘Summer’ sottoscritto dalle organizzazioni sindacali Ita Airways ha attivato un piano straordinario per limitare i disagi dei passeggeri”.

Possibili ulteriori disagi oltre la fascia oraria di stop. Voli riprogrammati entro i prossimi due giorni

 

Sciopero trasporto aereo mette in ginocchio l'Italia
da Instagram

Solo per quanto riguarda questo vettore sono stati cancellati circa 122 voli, che dovevano decollare nella 4 ore in cui gli assistenti di volo ENAV si metteranno a riposo. Per il 50% degli sfortunati passeggeri il loro viaggio sarà automaticamente riprenotato in uno dei primi aerei operanti la medesima tratta, in programma per la stessa giornata del 17 luglio, mentre per gli altri malcapitati il viaggio verrà riprogrammato appena possibile nei prossimi due giorni.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>>>Indagine al Tribunale di Milano: uomo precipita dal sesto piano e muore

Le altre compagnie coinvolte saranno RyanaireasyJetVolotea e Malta Air , che avvertono i loro clienti potrebbero esserci ulteriori ritardi o cancellazione anche al di fuori della fascia oraria di sciopero.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>>>Bambino disabile e con sindrome di Down scomparso nel nulla: il ritrovamento nel lago

“Sollecitiamo un intervento da parte del Governo per aprire al più presto un tavolo di confronto con le compagnie low cost e verificare il rispetto dell’articolo 203 del Decreto Rilancio sull’applicazione dei minimi salariali previsti dal contratto nazionale del trasporto aereo” hanno continuato i sindacati, che stanno portando avanti questa battaglia.