Morto 40enne a Gorizia. Forse un pestaggio finito male per la droga

Uomo ritrovato morto nel garage del suo condominio, dopo un pestaggio. Lo avevano lasciato agonizzante per diverse ore; non si esclude una questione legata alla droga.

L’episodio è avvenuto a Gorizia, dove un uomo di 40 anni è stato pestato ferocemente a sangue e successivamente è stato lasciato morire nel garage del suo condominio.

40enne muore dopo un pestaggio a Gorizia
Foto da Pixabay

Quando le forze dell’ordine sono intervenute sul posto, purtroppo, la vittima era già deceduta e hanno rilevato sul cadavere segni di percosse e ferite da arma contundente. Ancora non è chiara la dinamica del gesto, tanto che nessuna ipotesi è stata esclusa al momento.

Aperta indagine per omicidio colposo a carico di ignoti. Forse c’entra la droga. L’assassino potrebbe non aver agito da solo

40enne muore dopo un pestaggio a Gorizia
Foto da Pixabay

Il 40enne stato ritrovato, secondo una prima e ancora vaga ricostruzione, diverse ore dopo l’aggressione: la pista principale è un pestaggio che si sarebbe spinto troppo oltre, tanto che la causa della morte potrebbero essere le molteplici ferite riportate, alcune delle quali piuttosto gravi, lasciate incurate per troppo tempo.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>>>Indagine al Tribunale di Milano: uomo precipita dal sesto piano e muore

Probabilmente il motivo dell’azione punitiva sarebbe una questione di droga, ma per giungere alla verità dei fatti bisognerà far luce sulla cerchia di persone più vicine alla vittima, chi frequentava e il tipo di vita che conduceva. I carabinieri non hanno ancora reso note le generalità del malcapitato. Per il momento è stata aperta una indagine per omicidio colposo a carico di ignoti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE>>>>>Bambino disabile e con sindrome di Down scomparso nel nulla: il ritrovamento nel lago

Il fatto, avvenuto ieri domenica 17 luglio in serata, è ancora poco chiaro. Non si sa, ad esempio, se l’aggressione sia avvenuta da parte di una sola persona o da parte di un gruppo più o meno numeroso. Gli inquirenti hanno ascoltato l’uomo, unico testimone, che ha ritrovato il 40enne ancora vivo e agonizzante nel garage di casa sua; da accertare, inoltre, se il pestaggio sia avvenuto proprio lì o se la vittima si sia riuscita ad avvicinare verso la zona in cui risiedeva trascinandosi con le sue ultime forze.

Impostazioni privacy