Paura tra i bagnanti: colpisce, nelle acque italiane, l’esemplare marino più pericoloso

Prima vittima in terapia intensiva: aumenta il timore fra i bagnanti dopo l’avvistamento dell’esemplare marino più pericoloso in acque italiane.

Si è registrato proprio in queste ore il primo avvistamento di uno degli esemplari marini più pericolosi al mondo. La scoperta è avvenuta nei mari italiani: una signora, durante il suo soggiorno estivo, è stata la prima vittima di tale incontro. La donna ha poi necessitato un immediato ricovero in terapia intensiva.

esemplare marino pericoloso acque italiane
Acque italiane (Ansa Foto)

L’accaduto si è verificato a Catania: l’insolito avvistamento in Sicilia avrebbe successivamente innescato un latente timore tra i bagnanti del luogo.

Per lo più a causa dell’elevata pericolosità relativa alle predisposizioni dell’atlantico esemplare. Tale specie infatti sembrerebbe essere, ad oggi – secondo il parere degli studiosi – in esponenziale aumento nel Mediterraneo rispetto alle precedenti annualità.

Paura tra i bagnanti: colpisce, nelle acque italiane, l’esemplare marino più pericoloso

esemplare marino pericoloso acque italiane
Caravella Portoghese (Ansa Foto)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Simonetta Cesaroni, il delitto di via Poma verso la svolta: trovata una macchia di sangue

La donna trasportata nell’ospedale San Marco di Catania avrebbe subito un avvelenamento da Caravella Portoghese nei mari delle Isole Ciclopi in cui si era recata per trascorrere le vacanze.

L’esemplare di sifonoforo, polipo dalle simili caratteristiche di una medusa, risulta munito nella sua conformazione di lunghissimi tentacoli estremamente velenosi. Pertanto avrebbe causato, inoltre, una letale reazione nella donna in virtù di una precedente disfunzione del suo sistema immunitario.

La sintomatologia in questo frangente, oltre alle importanti lesioni cutanee, ha riguardato un iniziale mal di testa, seguito infine da tachicardia, problemi respiratorii, vomito ed eccessiva stanchezza, che avrebbero portato al ricovero la donna.

La conferma che si sia trattato di Caravella Portoghese, oltre ad alcuni scatti rilasciati in queste ore dell’esemplare ritrovato sulla spiaggia, sarebbe giunta dalla testimonianza del primario del Policlinico della città siciliana.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Ilary Blasi tra le braccia dell’ex naufrago | La FOTO li inchioda, dovevamo aspettarcelo…

L’esperta ha voluto sottolineare di come, al contempo – nonostante la puntura della Caravella Portoghese resti tutt’ora molto temuta a causa della potenziale abrasività e velenosità dei suoi tentacoli – in realtà le complicazioni date da un suo incontro ravvicinato si possano risolvere più semplicemente in pochi giorni e in maniera spontanea.

Impostazioni privacy