Perde l’equilibrio e precipita nel vuoto: la morte atroce davanti agli occhi dell’amico

Una perdita di equilibrio sulla strada del rifugio diventa un incidente fatale: un uomo precipita nel vuoto davanti agli occhi dell’amico. 

Il tragico incidente, verificatosi in mattinata del 23 luglio, è costato la vita a un uomo di 41 anni. L’uomo si trovava in compagnia di un caro amico. Quando, improvvisamente, dopo una brusca perdita di equilibrio il suo compagno d’avventure ad alta quota lo avrebbe visto precipitare per oltre 70 metri.

precipita vuoto morte atroce amico
Soccorso alpino a Bergamo (Ansa Foto)

Sarebbero già numerosi gli incidenti presi in carico dalle autorità vigenti sul territorio e avvenuti nei pressi della stazione di Valbondione, nelle alpine località in provincia di Bergamo, nel corso degli ultimi dieci anni.

Fra questi un ragazzo ventiseienne – recente vittima di un tragico volo da Pizzo Coca. Un altro escursionista – invece – precipitò nel 2010, ma riuscì fortuitamente a salvarsi pur essendo stato ritrovato in gravi condizioni, dopo la caduta, dal soccorso alpino.

Perde l’equilibrio e precipita nel vuoto: la morte davanti agli occhi dell’amico

precipita vuoto morte atroce amico
Valbondione (Ansa Foto)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Paura tra i bagnanti: colpisce, nelle acque italiane, l’esemplare marino più pericoloso

La tragedia si sarebbe verificata intorno alle ore 10 del mattino di sabato scorso. L’incidente ha avuto luogo nel bergamasco, e più precisamente a Fiumenero. Nei pressi dei suggestivi panorami della località di Valbondione. Un piccolo borgo limitrofo.

A perdere la vita nella spaventosa caduta nel vuoto Massimiliano Nolli. L’uomo – originario di Brughiero – avrebbe perduto l’equilibrio durante una sosta per riempire la propria borraccia ad una fontanella. Il racconto dell’amico sarebbe stato fondamentale per ricostruire le dinamiche del fatale incidente.

La coppia di amici – secondo le ricostruzioni effettuate dopo il sopraggiungere dei soccorsi – pare si trovasse in quel momento a circa metà del percorso che li separava dal rifugio di destinazione.

L’arrivo del 118 – in elisoccorso – sul luogo dell’incidente sarebbe però risultato vano.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Simonetta Cesaroni, il delitto di via Poma verso la svolta: trovata una macchia di sangue

Nonostante i soccorsi siano difatti stati allertati in maniera tempestiva dall’amico che si trovava in compagnia dell’amante delle escursioni in montagna, sfortunatamente il personale sanitario non ha potuto fare altro che constatare l’avvenuto decesso dell’uomo.