Rossella Placati uccisa dal convivente dopo l’ennesima lite: venne trovata in casa con il cranio rotto

Si tratta della 12esima vittima di femminicidio avvenuto nel 2021 per mano del compagno che non accettava la fine della loro storia.

Rossella Placati uccisa 21 febbraio 2021
Rossella Placati (Facebook) – YESLIFE.IT

Aveva 50 anni e lavorava presso la Haemotronic, azienda biomedicale con sede a Mirandola in provincia di Modena. Rossella Placati era divorziata e aveva due figli grandi di 32 e 27 anni nati dalla precedente relazione sentimentale.

Ad annunciare la sua morte il nuovo compagno 45enne che la mattina del 22 febbraio si era recato presso la locale caserma dei Carabinieri di Bondeno in provincia di Ferrara dove si trovava la loro casa.

L’uomo, tale Doriano Saveri, aveva spiegato che aveva trovato il corpo della donna esanime nel guardaroba della camera da letto dopo essere rientrato da una passeggiata mattutina.

Gli inquirenti però esaminando subito il corpo della donna e anche il resto della casa non avevano trovato segni di effrazione che lasciassero sospettare una possibile aggressione da parte di un ladro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Sonia Di Maggio, uccisa con 20 coltellate dall’ex fidanzato. Il killer: “Dovevo ammarrare anche il nuovo compagno”

Rossella Placati e Doriano Saveri, rapporti inclinati da mesi. Ora si trova in carcere

Omicidio Rossella Placati
Omicidio Rossella Placati (Foto @ilrestodelcarlino.it) – YESLIFE.IT

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Piera Napoli, uccisa brutalmente dal compagno per “amore”. La vittima lascia tre figli piccoli

L’uomo considerato fin da subito come principale sospettato, aveva confessato che il 21 febbraio lui e Rossella avevano litigato, ma che poi era uscito di casa e rientrato solo a tarda notte per dormire e uscire la mattina seguente.

I rilevamenti sul corpo del medico legale però avevano mostrato che la donna era stata uccisa barbaramente tra le 22.30 e le 3 della notte prima, con un colpo secco al cranio provocato da un corpo contundente e successivamente ferita all’addome da una lama. Entrambi gli strumenti però probabilmente sono stati gettati nel fiume Panaro dall’assassino una volta uscito di casa.

Scovando poi nel passato della coppia, si è scoperto che la relazione iniziata nel settembre del 2018 da oltre due anni si era profondamente inclinata, segnata da liti e diverbi continui, tanto che Rossella aveva chiesto a Doriano di lasciare la sua casa. In attesa però di trovare una sistemazione lui dormiva al piano terra.

Varie anche le intercettazioni telefoniche rinvenute tra i due ex amanti in cui l’uomo cercava di rinsaldare il rapporto ormai esaurito con la vittima.

Interrogata dagli inquirenti anche la sorella di Rossella la quale ha spiegato che il giorno prima dell’omicidio proprio Doriano si era recato da lei chiedendo goffamente “scusa” e preannunciando non meglio precisati gesti che avrebbe commesso. Anche gli amici con cui aveva parlato il 21 febbraio lo avevano visto concitato e molto confuso.

Rossella Placati e Doriano insieme foto
Rossella e Doriano (Foto @ilrestodelcarlino.it) – YESLIFE.IT

Incarcerato con l’accusa di omicidio volontario aggravato dalla relazione affettiva con la vittima., nel febbraio 2022 con il rinvio a giudizio venne confermato il fermo per lui in quanto il giudice aveva sottolineato il “pericolo di fuga, di inquinamento delle prove e di reiterazione del reato” nei suoi confronti.

 

 

ACHILLE OCCHETTO, FIGLIO STRONCATO DA UN INFARTO. IL VIDEO NEL TG DI YESLIFE.IT