Muore 14enne, era in sella ad uno scooter: l’impatto drammatico

Uno schianto drammatico, a perdere la vita è un 14enne di Marsala. Nulla ha potuto il 118, le ferite erano troppo gravi. 

Scooter 14enne morto
Scooter – Pixabay – YesLife.it

Un ragazzino di 14 anni è morto mentre era a bordo di uno scooter, era insieme ad un amico suo coetaneo quando i due sono finiti fuori strada. L’incidente è stato violentissimo ed è avvento sulla strada statale 115 che collega Marsala a Mazara del Vallo. 

L’altro ragazzo a bordo dello stesso scooter è ricoverato in ospedale e non sarebbe in pericolo di vita. L’impatto violentissimo è avvenuto all’altezza dell’ufficio postate della borgata di Strasatti, al momento gli inquirenti stanno indagando sulla faccenda per capire la dinamica dell’incidente ed il perché lo scooter sia finito fuori strada, se in modo accidentale o di proposito.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —–> Silvia Toffanin, finalmente la rivelazione in tv: non è più un segreto, pubblico senza parole

Un bilancio drammatico, gli altri incidenti del giorno

Uomo in bicicletta risarcimento incidente
Uomo in bicicletta – Pixabay – YesLife.it

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE —-> Non potrai più circolare, queste auto dovranno essere rimpiazzate: conseguenze per i trasgressori

Diego Pannuccio aveva 85 anni ed è morto presso la terapia intensiva del Policlinico di Messina. L’uomo, ricoverato dal 28 settembre scorso, era stato vittima di un incidente stradale, una moto l’aveva investito sul viale Giostra mentre si apprestava ad attraversare la strada.

Le sue condizioni di salute sono apparse subito gravi, ragion per cui venne trasportato al Policlinico in codice rosso. Nell’impatto anche il conducente del mezzo, un uomo di 45 anni, rimase ferito e trasportato in ospedale, non in pericolo di vita. Attualmente è indagato per omicidio stradale.

Carabinieri divisa
Carabinieri – Pixabay – YesLife.it

Meftah Moussa morì il 15 gennaio del 2015, i familiari sono stati risarciti con 1,5milioni di euro. Meftah venne investito mentre era in bicicletta a Santa Croce Camerina (Ragusa). Il fratello, Sabeur rimase ferito ma è guarito con una prognosi di pochi giorni.

I due fratelli furono sbalzati sul ciglio della strada e i sanitari del 118 ebbero non poche difficoltà ad assisterli, l’automobilista scappò e per 7 lunghi anni è rimasto impunito, a pagare il risarcimento è il Fondo di garanzia per le vittime della strada, la somma è stata destinata ai 13 familiari del malcapitato, genitori, 8 fratelli, moglie e figlie minorenni.

PRINCIPE HARRY NON E’ IL FIGLIO DI RE CARLO? IL VIDEO NEL TG DI YESLIFE.IT