Coronavirus, l’appello del sindaco di Castiglione d’Adda: “Aiutateci, per favore”

Il sindaco di Castiglione d’Adda (Lodi), tra i comuni più colpiti dal coronavirus, Costantino Pesatori, ha lanciato un appello attraverso un video per chiedere aiuto.

Sindaco di Castiglione d’Adda
Il sindaco di Castiglione d’Adda Costantino Pesatori (screenshot)

Il bilancio dei contagi e delle vittime per il coronavirus in Italia continua a crescere. L’ultimo bollettino, diffuso dal commissario per l’emergenza Angelo Borrelli, parla di 2.263 persone contagiate e di 79 decessi. La regione del nostro Paese più colpita dall’emergenza è la Lombardia con 1520 persone colpite dal 2019-nCoV e 55 morti, di questi solo 15 sono stati registrati a Castiglione d’Adda, comune in provincia di Lodi facente parte della cosiddetta “zona rossa”. Per questo motivo il sindaco del paese lodigiano, Costantino Pesatori, ha lanciato un appello, attraverso un video pubblicato online, chiedendo aiuto e rendere note le difficoltà del momento.

Leggi anche —> Coronavirus, nessuno ne parla: i numeri delle guarigioni nel mondo

Coronavirus, il sindaco di Castiglione d’Adda lancia un appello su internet: “Aiutateci, per favore. Abbiamo la necessità di avere un’assistenza sanitaria adeguata

Aiutateci, per favore. Abbiamo la necessità di avere un’assistenza sanitaria adeguata“. Così si chiude l’appello lanciato dal sindaco di Castiglione d’Adda, comune della provincia di Lodi tra quelli della “zona rossa” per l’emergenza coronavirus, Costantino Pesatori. Nel comune di circa 4.440 abitanti ad oggi il numero dei contagi è circa un centinaio, tra cui il cosiddetto “paziente 1” ricoverato al San Matteo di Pavia, mentre 15 sono le vittime. Oltre al drammatico bilancio, come riferisce Il Corriere della Sera, nel paese, dei quattro medici di base solo uno è operativo, poiché gli altri sono malati o in isolamento domiciliare. Per queste ragioni il primo cittadino ha voluto lanciare un appello attraverso un video pubblico su internet per chiedere aiuto e raccontare quanto sta accadendo.

Voglio lanciare un appello – afferma nel video Pesatori– purtroppo a Castiglione d’Adda stiamo registrando un alto numero di decessi e ci sentiamo veramente soli. Tanta gente è ammalata e non riesce ad avere l’assistenza necessaria. Vi chiedo cortesemente di esserci d’aiuto, di istituire presso gli ospedali di Codogno e di Casalpusterlengo, che oggi sono chiusi, dei presidi di urgenza. Eventualmente anche attraverso i medici dell’esercito. Aiutateci, per favore. Abbiamo -conclude il primo cittadino- la necessità di avere un’assistenza sanitaria adeguata“. Il videomessaggio è stato pubblicato online nella giornata di ieri, martedì 3 marzo, e successivamente, come riporta la redazione de Il Corriere della Sera, diffuso dallo stesso primo cittadino su WhatsApp. In poche ore, il filmato ha fatto il giro del web.

Leggi anche —> Coronavirus, il professor Caruso: “Il picco di contagi tra marzo e aprile”

Coronavirus
(Getty Images)