Coronavirus, migliora la situazione a Vo’ Euganeo: le ultime

Coronavirus, da Vo’ Euganeo, primo comune focolaio in Veneto, arrivano buone notizie: ecco la situazione in questo momento

Coronavirus malati cancro lettera Ministro Salute Speranza
Coronavirus (Getty Images) 

Prosegue l’aumento di contagi, vittime e ricoveri ospedalieri. La pandemia di coronavirus non si arresta in Italia e sta facendo sentire i suoi effetti anche nel resto del mondo. A livello nazionale, purtroppo, ci vorrà ancora qualche giorno per avvertire l’influsso positivo delle misure di contenimento agli spostamenti da parte delle persone. Ma arrivano buone notizie da uno dei paesi che ha rappresentato uno dei primi fronti del virus nel nostro paese. A Vo’ Euganeo infatti, comune della provincia di Padova primo focolaio del virus in Veneto, non ci sono più nuovi contagiati, dopo la quarantena imposta per tre settimane.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, l’epicentro si sposta: nuova conferma

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, tutta la verità sul farmaco anti artrite

Coronavirus, zero nuovi contagi a Vo’ Euganeo ma rimane l’attenzione

Nelle ultime ore infatti il numero di contagiati si è fermato, un dato senza dubbio positivo che però va accolto con estrema prudenza. Le autorità non si sbilanciano, gli abitanti però riferiscono che l’ultimo tampone complessivo effettuato in città risalente alla scorsa settimana aveva dato 11 nuovi casi positivi. Dunque si temono ulteriori contagi ‘di ritorno’ nei prossimi giorni. Erik Granzon, portavoce degli imprenditori locali, spiega al ‘Messaggero’: “Alcuni clienti cinesi ci hanno consigliato di chiudere tutto per 40 giorni, loro hanno risolto il problema così. Dopo la fine dell’isolamento le attività sono ripartite e sono arrivati non pochi curiosi in paese. Molta gente non ha fatto tamponi, abbiamo chiesto alla Regione di chiudere nuovamente le attività come durante la quarantena ma non ci hanno ascoltato”. La guardia resta dunque alta, come a Codogno, il primo focolaio in assoluto in Italia, dove il sindaco Francesco Passerini spiega: “Abbiamo interiorizzato le misure, continuiamo a tenere le distanze, la strada è ancora lunga”.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, Lombardia: notizie incoraggianti dall’assessore Gallera

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, battaglia ancora lunga: “Non finirà ad aprile”

Coronavirus
Coronavirus (Getty Images)