Sky, niente sport: clienti in fuga, la strategia

Momento di difficoltà per Sky: palinsesto sport azzerato e clienti in fuga dall’emittente satellitare, la strategia della pay tv

Sky Sport
Logo Sky Sport (foto dal web) 

L’emergenza coronavirus sta segnando la vita del nostro paese e almeno per adesso contagi e decessi sono purtroppo in crescita. La speranza è di limitare i contagi e di invertire il trend quanto prima, con le misure restrittive imposte dal governo e che dureranno almeno fino al 3 aprile. Tra queste, come noto, la sospensione di tutti i campionati sportivi, incluso quello di calcio. Un duro colpo per gli appassionati, che chissà quando potranno tornare a gustarsi eventi e partite. Ma è un duro colpo anche per Sky.

LEGGI ANCHE >>> UFFICIALE: Olimpiadi di Tokyo confermate, ecco l’annuncio

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, UFFICIALE l’annuncio sul rinvio di Euro 2020

La pay tv satellitare infatti ha investito molto per i diritti di trasmissione delle partite. In più, in questo momento, la programmazione soprattutto sportiva va avanti con repliche, palliativi insufficienti per gli abbonati. Per i quali l’abbonamento ha un costo piuttosto elevato: i pacchetti Sport e Calcio, insieme all’abbonamento base, costano intorno ai 50 euro mensili. Ecco perché stanno fioccando, in questo periodo, le disdette. Sky deve dunque cercare di tamponare l’emorragia, anche se per molte persone l’intenzione è di riattivare i pacchetti quando si tornerà a giocare. Allo studio dell’emittente, promozioni per sbloccare tutti i pacchetti, incluso quello Cinema, per invogliare gli utenti a mantenere gli abbonamenti attivi. Maxi sconti in vista, anche se ci sono due incognite. La prima, è cosa proporre a chi ha già tutti i pacchetti inclusi nel proprio abbonamento. La seconda, è se la strategia funzionerà nel caso in cui lo stop ai campionati (difficile, in ogni caso, pensare che si riparta prima dei primi di maggio) dovesse prolungarsi di parecchio.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus, la vittima più giovane in Europa è un calciatore di 21 anni

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus Serie A, la data limite per la ripresa del campionato