Covid-19, non solo anziani: a Bergamo 1800 trentenni con polmonite

Ospedale
(Getty Images)

Coronavirus, clamoroso a Bergamo: ci sono 1800 trentenni con la polmonite da Covid-19

Il coronavirus continua a diffondersi in Italia. Il governo, nelle scorse settimane, ha adottato alcune stringenti misure per cercare di ridurre la diffusione del nuovo covid-19: si attende un calo nella curva dei contagi. La gente, intanto, continua a morire: nel nostro paese il tasso di mortalità del nuovo virus è dell’8%, misura di gran lunga più alta rispetto a tutti gli altri paesi del globo. Secondo i dati pubblicati dall’Istituto superiore di sanità, l’età media dei pazienti positivi al coronavirus è 63, mentre quella dei pazienti deceduti è 80,5. Lo studio ha anche dimostrato che le tantissime persone decedute avevano già 1 o più patologie. I giovani hanno avuto un approccio quasi morbido verso il covid-19, sottovalutando perché si presenta quasi sempre in maniera asintomatica o con leggeri sintomi nelle persone con meno di 40 anni. Il direttore generale dell’organizzazione mondiale della sanità, però, ha rilasciato qualche giorno fa alcune dichiarazioni in cui ha spiegato ai giovani di non sentirsi invincibili. “Questo coronavirus potrebbe spedirvi in ospedale o addirittura uccidervi”, è stato il monito di Tedros Adhanom Ghebreyesus. Questa mattina, la Federazione medici di Famiglia Lombardia ha riportato dei dati alquanto allarmanti: ci sono diversi giovani con il covid-19 con polmonite.

Leggi anche –> Coronavirus, aggiornamento protezione civile: i numeri dell’epidemia al 24 marzo

Coronavirus Bergamo, il numero dei trentenni con polmonite da covid-19

I medici della Federazione medici di Famiglia Lombardia hanno riportato un dato alquanto negativo: ci sono 1800 trentenni malati di polmonite da covid-19. La segretaria Paola Pedrini ha rilasciato alcune pesanti dichiarazioni: “La polmonite da coronavirus evidentemente non colpisce solo in età più avanzata. Qui a Bergamo siamo 600 medici di famiglia e ognuno di noi ha in osservazione almeno 3 trentenni malati di polmonite da covid”. Bergamo continua ad essere la provincia più colpita, con oltre seimila casi confermati e più di 500 decessi.

Leggi anche –> Covid-19, l’allarme sui tamponi: “Siamo gli ultimi in Italia”