Covid-19, la denuncia: gli organi che potrebbe attaccare

Covid-19 virologa Gismondo diffida influenza
Coronavirus (Getty Images)

Potrebbe attaccare altri organi, afferma il professor Lopalco responsabile della struttura di progetto per il Coordinamento delle emergenze epidemiologiche

Il virus non esclude altre forme di infezioni e malattia. Stando alle parole del professor Pierluigi Lopalco, ospite ai microfoni di Agorà si Raitre, il coronavirus potrebbe manifestarsi anche in altre forme, magari verso soggetti con determinate debolezze: “Potrebbe attaccare anche il sistema nervoso centrale. Ci sono altri casi, una minoranza, in cui potrebbe presentarsi con sintomi intestinali. Non vorremmo si trattasse di un virus che si nasconde nel corpo e torna a distanza di mesi con infezioni endogene”. Sono le parole del  responsabile della struttura di progetto per il Coordinamento delle emergenze epidemiologiche della Regione Puglia, ai microfoni di Agorà.

Potrebbe attaccare altri organi: esercito va rafforzato

 

Il professore si focalizza sui contagiati che ancora non sono abbiamo conteggiato. Gli asintomatici fanno la differenza nel numero reale della situazione. Fare tamponi rappresenta l’unica via per avvicinarsi a quello che è l’ammontare reale del problema. “In questo momento è importante capire quale sia stata la circolazione nascosta del virus. Capire quante persone senza sintomi o con pochi sintomi ci siano stati nelle popolazioni colpite. In base a questa proporzione, avremmo un’idea del rischio di rimettere in circolazione soggetti suscettibili al virus”, aggiunge.  In Puglia facciamo i tamponi a casa anche a persone con sintomi lievi”. Il professore conclude facendo riferimento alla forza pubblica che andrebbe rinforzata. Vorrebbe maggiore presenza dell’esercito per garantire una migliore igiene urbana. Si parla poco dei servizi di igiene pubblica, è quello l’esercito che va rafforzato”, aggiunge.

 

foto dal web