Covid 19 Italia | muore prima della laurea | che gesto del rettore

Un giovane muore a causa della pandemia da Covid 19 Italia. Stava per conseguire la laurea e gli mancava solo la discussione della tesi. Poi accade questo.

Covid 19 Italia
Christin morto prima della laurea per Covid 19 Italia Foto dal web

Si chiamava Christin Kandem Tadjuidje, aveva 29 anni ed era originario del Camerun. Questo studente frequentava l’Università Normale di Pisa ed era ad un passo dalla laurea. Gli mancava di espletare solamente la formalità finale che avrebbe dovuto vederlo impegnato nella discussione della sua tesi.

LEGGI ANCHE –> Covid 19 Lombardia | Fontana | “Preoccupato per i numeri di oggi”

Poi avrebbe ottenuto l’importantissimo e tanto inseguito titolo di studio. Purtroppo però il virus Covid 19 che in Italia sta causando tanti lutti ha colpito anche lui in maniera letale. Christin è morto dopo avere contratto il Coronavirus. Ma il rettore dell’università ha voluto rendere omaggio a questo sfortunato ragazzo, conferendogli la laurea post mortem. Un gesto bellissimo che in qualche modo corona gli sforzi della fin troppo breve vita di questo ragazzo. Ed allo stesso tempo la triste vicenda di Christin conferma anche come il Covid 19 in Italia e nel resto del mondo non colpisca solamente le persone in età avanzata. Ci sono infatti contagiati di qualunque fascia anagrafica, ed anche vittime. Nel nostro Paese si ricordano Emanuele, 34 anni, Maurizio (38) e Serena (45) tra i casi di decesso tra i giovani.

LEGGI ANCHE –> Spesa online | i migliori cibi gourmet da ordinare su Amazon

Covid 19 Italia, Christin muore prima di conseguire la laurea

L’Associazione degli studenti camerunense di Pisa ha ricordato Christin con un messaggio su Facebook. “La nostra associazione ha il rimpianto di annunciare la morte di uno dei suoi membri, TADJUIDJE KAMDEM Christin, studente di facoltà delle scienze agrarie dell’Università di Pisa in Italia. Soffrendo di polmonite acuta, è stato trasportato all’ospedale Cisanello il 14 marzo. Negli ultimi giorni la situazione era migliorata così tanto che gli era stato tolto il respiro assistito – è scritto sulla pagina Facebook dell’associazione – è morto durante la notte tra il 22 e il 23 marzo durante una crisi improvvisa. Questo è tanto più doloroso perché stava scrivendo la tesi e doveva laurearsi nelle prossime settimane. Ha lottato per anni per una laurea che non otterrà prima di lasciarci. Era un membro molto attivo della nostra comunità”.

LEGGI ANCHE –> Covid 19 | la app che ti dice se c’è la fila al supermercato

LEGGI ANCHE –> Spesa dal web| consigli e vantaggi su come ricevere tutto a casa