Spesa online | consigli e vantaggi su come ricevere tutto a casa

Fare la spesa online nel bel mezzo dell’emergenza Covid 19 Italia è una alternativa vantaggiosa e sicura. Ecco in che modo muoversi.

spesa online
I migliori consigli per fare la spesa online in tempi di Coronavirus Foto dal web

Fare la spesa nel pieno dell’emergenza Covid 19 Italia è diventato alquanto problematico. Occorre munirsi di regolare permesso per uscire di casa. Permesso che va mostrato alle forze dell’ordine nel caso di controlli. Ed una volta giunti in negozio od al supermercato va prestata attenzione massima a cosa si tocca. Sperando poi che quel che cerchiamo sia ancora a disposizione, visto che beni alimentari come la pasta, la farina ed il lievito finiscono con l’essere esauriti nel giro di pochissimo tempo.

Per fortuna c’è la possibilità di fare la spesa online, con diverse aziende di settore che offrono questa possibilità. Tutto è fruibile da pc o smartphone, ed ecco che, una volta inoltrata richiesta, catene come Esselunga, Conad, Carrefour, Coop, Lidl e Amazon riescono ad ottemperare ai nostri bisogni. Anche se va ricordato come la situazione Covid 19 Italia ha reso comunque tutto più difficile, con una accresciuta domanda che rende inevitabilmente la disponibilità dei prodotti inferiore rispetto al solito. Ed anche i tempi di consegna si allungano.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, si suicida dopo i risultati del tampone

Spesa online, i vari servizi proposti

Comunque la spesa online è una valida alternativa specialmente per coloro che sono impossibilitati a muoversi da casa. Esselunga fornisce la consegna a domicilio dopo un ordine online. E possiamo comprare di tutto tra gli articoli proposti normalmente nei sui punti vendita: dagli alimentari ai prodotti per la persona e per la casa. Le richieste sono tante ed Esselunga sta un pò faticando a rispettare le tante richieste. Gli over 70 dispongono di consegna gratis e con sconti, per il servizio attivo però solo in Emilia-Romagna, Lazio, Lombardia, Piemonte, Toscana e Veneto.

Con Conad c’è invece il programma ‘Al tuo servizio’, che richiede un esborso minimo di 40 euro per la spesa online. Poi anche in questo caso ci sono sconti e vantaggi per le categorie di anziani e disabili. Il servizio è presente nelle seguenti province. Arezzo, Cagliari, Caserta, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Firenze, Frosinone, Grosseto e La Spezia. Poi Latina, Livorno, Lucca, Massa-Carrara, Napoli, Nuoro, Olbia-tempio, Oristano, Palermo, Parma. Ed anche Perugia, Pisa, Pistoia, Prato, Rieti, Roma, Salerno, Sassari, Siena, Sud Sardegna, Viterbo.

LEGGI ANCHE –> Coronavirus, il tasso di mortalità più alto a Massa Carrara

Coop e Lidl, diverse le province che ricoprono

Anche Coop è presente, con ‘EasyCoop, attivo nei punti vendita di Coop Alleanza 3.0 nelle province di Roma, Bologna, Ferrara, Modena, Reggio Emilia, Padova, Treviso e Venezia. Servizio simile a quelli già descritti, con anche la possibilità di scegliere una fascia oraria per la consegna. Stesse modalità per Lidl, con anche consegna gratuita per le prime 4 spese inserendo il codice promozionale “LIDLCASA24”. L’azienza opera a Bergamo, Bologna, Brescia, Cremona, Firenze, Forlì, Genova, Latina, Livorno, Mantova, Massa. Milano, Modena, Monza, Padova, Parma, Pavia, Pesaro, Pisa, Pordenone, Ravenna, Rimini. Roma, Savona, Torino, Treviso, Trieste, Udine, Varese, Venezia Mestre, Verona, Vicenza.

LEGGI ANCHE –> Covid-19 i numeri reali del contagio sono maggiori rispetto a quelli diffusi

C’è anche Amazon

Con Carrefour è necessario mettersi in coda anche online, data l’altissima richiesta ricevuta dall’azienda francese. Una volta giunto il proprio turno nel sito ufficiale della catena, si può procedere con la scelta dei prodotti da farsi recapitare a casa. Infine è presente anche Amazon, con il servizio appositamente dedicato ‘Amazon Pantry’ che offre una vastissima possibilità di scelta. E nonostante ciò, anche il gigante dell’e-commerce ha finito i propri rifornimenti per quanto riguarda gli alimentari. La consegna è gratuita ma è necessario avere un abbonamento ad Amazon Prime, che costa 36 euro.

LEGGI ANCHE –> Covid-19, perché in Italia il modello cinese non è replicabile