Coronavirus e l’estate, l’incubo che diventa realtà

Coronavirus e l’estate, cosa accadrà nei mesi da giugno ad agosto? Ecco cosa potrebbe accadere all’estate 2020 e a tutti gli eventi musicali e non previsti.

Coronavirus
Coronavirus (GettyImages)

Gli italiani trascorreranno Pasqua e Pasquetta a casa per il coronavirus, ma cosa accadrà all’estate 2020? Durante i mesi estivi il coronavirus sarà davvero un lontano ricordo? Per il momento, non si parla ancora di quella che potrebbe essere la situazione estiva, ma l’estate 2020 potrebbe essere molto diversa da quella degli scorsi anni.

Coronavirus: come potrebbe essere l’estate 2020 in Italia

Covid-19
Coronavirus (Getty Images)

Per il momento, come ha ribadito il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, le norme di prevenzione per contenere i contagi da coronavirus, valgono fino al 13 aprile. Cosa accadrà, però, dopo quella data? Come ha spiegato il Premier Giuseppe Conte, tutte le decisioni saranno prese in accordo con il comitato tecnico-scientifico, tuttavia, probabilmente, l’estate sarà molto diversa da quella dello scorso anno.

Leggi anche—>Covid-19, il primario guarito: “Il farmaco che mi ha spento l’incendio”

L’estate 2020 sarebbe dovuta essere l’estate dei grandi concerti negli stadi con gli show già fissati e per i quali era già previsto il sold out in tutti gli appuntamenti di Vasco Rossi, Cesare Cremonini, Ultimo e Tiziano Ferro solo per citare alcuni degli artisti italiani che avrebbero infiammato l’estate musicale degli italiani. Per il momento, tali concerti non sono stati ancora rinviati mentre gli show di aprile e maggio sono stati già posticipati al prossimo autunno. Accadrà lo stesso anche ai concerti di giugno e luglio?

Leggi anche—>Covid-19, il drammatico appello dei medici di New York: “Non sottovalutate la malattia”

Dopo il rinvio delle Olimpiadi e degli Europei di calcio, non da escludere che anche i concerti previsti per i mesi più caldi dell’estate siano rianviati così come le altre manifestazioni musicali.

(Getty Images)

Anche le varie località balneari potrebbero subire le conseguenze dell’emergenza coronavirus. Non si sa, infatti, se si potranno frequentare le bellissime spiagge che, da nord a sud, rendono suggestiva l’estate italiana. Motivo che ha spinto i gestori dei lidi balneari a correre ai ripari. Nelle prossime settimane, dunque, potrebbero esserci novità su quella che potrebbe essere l’estate italiana.