Antonino Cannavacciuolo, la ricetta originale della pastiera

Antonino Cannavacciuolo, la ricetta originale della pastiera

Con gli italiani costretti a restare in casa per rispettare la quarantena che ci è stata imposta dal coronavirus, in molti stanno riscoprendo la passione per la cucina. Anche i grandi chef devono cucinare nelle loro abitazioni e tramite i social stanno dando le loro ricette. Antonino Cannavacciuolo ha deciso di utilizzare i social per lanciare un appuntamento settimanale: ogni sabato presenta una ricetta. Come prepararla a regola d’arte. Si inizia con la pastiera, dolce simbolo della tradizione napoletana.

Cannavacciuolo rivela la ricetta del ragù –> LEGGI QUI

La vera ricetta della pastiera di Antonino Cannavacciuolo

“In questo particolare periodo la cucina e i ricordi ci stanno tenendo ancora più uniti di prima. Per questo ogni sabato voglio condividere con voi una ricetta, un ricordo, una piccola parte della mia vita. Oggi vi presento la pastiera, un dolce che tutti conoscere, che sa di primavera e che allieta il periodo pasquale”.

I consigli dello chef, poi, continuano sul suo sito web: “Associo la pastiera ai profumi della Pasqua e dei campi primaverili in fiore. In questo periodo dell’anno, tra le case e i giardini di Ticciano aleggiava il profumo della pastiera cotta nei forni, una dolce fragranza di canditi, fiori, d’arancio e cannella. Ogni volta che lavoro gli ingredienti della pastiera, il ricordo vola alla felicità”. E poi, successivamente, illustra come preparare una pastiera per 12 persone.

 

Prosciutto e bambini, fate attenzione: ecco cosa dice la medicina –> LEGGI QUI

Lo chef, passo dopo passo, guida gli utenti nella preparazione del tipico dolce napoletano: dal ripieno alla pasta frolla, da riporre in frigorifero per qualche ora prima di essere utilizzata per foderare la tortiera. Seguendo scrupolosamente i suoi consigli possiamo cimentarsi nella preparazione del tipico dolce napoletano e, come consigliato da lui, abbinarlo ad un Prosecco Doc Bruit.