Michael Jackson, il mistero delle ceneri: la rivelazione inquietante

Michael Jackson, il mistero delle ceneri: la rivelazione inquietante

 

Michael Jackson morte autopsia
Michael Jackson

Michael Jackson è stato uno dei cantanti più amati di tutti i tempi. La sua scomparsa ha creato un alone di mistero che tutt’oggi lo perseguita. Subito dopo la sua scomparsa, vennero messi in pratica molti complotti secondo cui il cantante fosse ancora vivo. Nessuno credeva a questa storia, tutti dicevano che probabilmente aveva voluto salvarsi dalla vita pubblica e andare a vivere da qualche parte lontano dai riflettori.

Michael è vivo? La foto con la figlia lo incastra –> LEGGI QUI

Michael Jackson, il mistero delle ceneri: dove sono oggi?

Michael Jackson morte autopsia
Michael Jackson

La star tra l’altro non è stata sepolta e la gente a questa fantomatica cremazione non ci crede, ma pare che sia vero. Le sue ceneri sarebbero state racchiuse all’interno di alcuni gioielli, quelle non conservate nei gioielli invece, sarebbero state disperse a Neverland, tenuta della pop star. In particolar si tratterrebbe di monili destinati ai tre figli del noto cantante: Paris, Prince e Blanket. Per quanto riguarda le ceneri sarebbero custodite in tre collate a forma di cuore spezzato, a loro volta contenuti all’interno di alcune urne chiuse a chiave e lontane da occhi indiscreti. A rivelare questo è stato il programma americano Radar, dove una fonte anonima ha raccontato tutto: “La famiglia ha mantenuto il segreto circa la sepoltura per ragioni di sicurezza, e per rispettare le ultime richieste dello stesso Jackson”.

Titanic, le immagini e le curiosità della tragedia di 108 anni fa –> LEGGI QUI

Dopo undici lunghi anni, la vita dei figli è andata avanti. C’è Paris che sta mandando avanti la sua carriera di modella e che è spaventosamente simile a suo padre. Proprio di recente, una sua foto postata su Instagram ha fatto discutere perché dietro di lei, compare una figura dall’aria decisamente familiare. Per chi ama il complotto, questa non è stata altro che l’ennesima conferma.