Presidente Anci: “Si devono fornire linee guida nazionali uguali per tutti”

Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente Anci ha dichiarato a margine della riunione con il governo e le Regioni che i sindaci rispettano l’autonomia regionale.

Si potrà andare al mare quest'estate?
Spiaggia attrezzata (foto Pixabay)

Il presidente dell’Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, a margine della riunione con il governo e le Regioni ha dichiarato: “Nella fase 2 per i settori che ripartono si devono indicare delle linee guida univoche nazionali in analogia a quanto già accaduto per la manifattura e i cantieri. Noi sindaci rispettiamo l’autonomia regionale sui tempi delle riaperture perché le regioni conoscono la situazione sanitaria legata al numero dei contagi, dei tamponi e dei posti letto in terapia intensiva. Ma le linee guida sui settori che riaprono devono essere uniformi: una posizione espressa in cabina di regia dal presidente della Lombardia Attilio Fontana. Ha senso che in Emilia Romagna gli ombrelloni siano distanti 2 metri e in Puglia 4? È giusto che in un ristorante di Forte dei Marmi si mangi a un metro di distanza e in uno di Roma a 2? E perché per far ripartire fabbriche e cantieri sono stati sottoscritti protocolli nazionali e per le spiagge si dovrebbe seguire un modello che cambia in base alla Regione? Certo la situazione del contagio è diversa tra le Regioni ma le modalità di diffusione sono le stesse e anche le regole dunque per interromperne la diffusione dovrebbero essere le stesse.

LEGGI ANCHE -> Coronavirus, i bambini non sono immuni come si credeva

Presidente Anci: “I sindaci sono pronti a dimostrare senso di responsabilità”

autostima Il ceto medio è troppo penalizzato dall'Irpef: l'appello dei commercialisti
Famiglia in spiaggia (foto Pixabay)

“Lo abbiamo ribadito al presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte – prosegue il presidente dell’Anci durante la riunione di stamattina: i sindaci sono pronti a dimostrare come sempre senso di responsabilità e facilitare il ruolo di tutte le istituzioni del Paese, con uno spirito di collaborazione onesta. Abbiamo invitato le Regioni a stabilire con il governo delle linee guida che noi faremo applicare senza alcuna polemica”. 

LEGGI ANCHE -> Cina. Non è il pangolino la causa diretta del virus

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Conte, messaggio all'Italia sulla tenuta del Governo
CREMONA, ITALY – APRIL 28: Italian prime minister Giuseppe Conte makes a statement to the journalists on April 28, 2020 in Cremona, Italy. Italy will remain on lockdown to stem the transmission of the Coronavirus (Covid-19), slowly easing restrictions. (Photo by Marco Mantovani/Getty Images

“Ma se si possono usare regole diverse – conclude Antonio Decaro, i sindaci hanno diritto di riprendersi il loro potere di autorità sanitaria locale che non può essere esautorata senza che questo obbedisca a nessuna logica”.