Imprenditore sversa cromo esavalente nel tombino: denunciato

Imprenditore sversa cromo esavalente, è stato segnalato nel torrente Gobbia in provincia di Brescia. Grazie alle segnalazioni si è risaliti al responsabile

riciclo in casa social network ministero Ambiente raccolta differenziata
Sergio Costa (Getty Images)

A Brescia nuovo caso di sversamenti illeciti e pericolosi per la salute. Un imprenditore ha sversato del cromo esavalente nel tombino presente all’interno della sua azienda. La scoperta dei carabinieri dopo le segnalazioni arrivate da alcuni cittadini. Le indagini hanno permesso di risalire al criminale. Ora il responsabile rischia due anni di carcere. I cittadini hanno notato il tutto perchè lo sversamento è finito nel torrente Gobbia, a Lumezzane, nel bresciano. L’azione è stata di una pericolosità notevole. Il cromo esavalente è un metallo  molto inquinante e anche particolarmente pericoloso per l’uomo. Può infatti essere cancerogeno anche a bassissime dosi. Può provocare tumori alle prime vie aeree, ai polmoni e allo stomaco. E’ usato per le sue qualità di antiruggine. E’ solubile nell’acqua e può inquinare le falde acquifere per molto tempo dopo lo sversamento.

Leggi anche > Non si hanno ancora tracce dello scomparso Giovanni Sottocornona

Imprenditore sversa cromo, l’intervento di Costa

I carabinieri sono riusciti a risalire alla fonte dello scarico grazie all’utilizzo di un robot che ha permesso di fare il percorso a ritroso della sostanza nociva. Sul grave accaduto è intervenuto anche il ministro dell’ambiente Costa: “Spesso si rimane increduli di fronte a questi atti criminali. Purtroppo nella mia lunga vita professionale a contatto con gli eco criminali ne ho viste di tutti i colori, ma ogni volta la rabbia che provo è la stessa. Lo Stato risponde immediatamente, è al fianco di voi cittadini. Continuate a segnalare, il vostro impegno è prezioso”. 

Leggi anche > Fase 2, prezzi in aumento

Carabinieri
Carabinieri (Getty Images)

Il ministro ha puntato il suo pensiero sulla bravura dei cittadini che hanno segnalato. Nel caso dei reati ambientali, infatti, le segnalazioni sono preziose e fondamentali, perchè spesso questi reati si consumano lontano da occhi indiscreti e dove non è facile per lo Stato esserci sempre.