Come ottenere l’indennità Colf in pochi passaggi

Da lunedì è possibile richiedere l’indennità che è stata prevista dal Governo per sostenere i collaboratori domestici durante l’emergenza Covid-19.

Come ottenere l'indennità Colf in pochi passaggi
Gocce (foto Pixabay)

L’indennità o bonus ammonta a 500 euro ed è stata introdotta dal decreto rilancio per i mesi di aprile e maggio per un totale di 1.000 euro.

Per fare domanda è possibile sia utilizzare il portale dell’Inps sia contattare il call center dell’istituto sia affidarsi a un patronato o Caf.

Come per tutte le richieste delle prestazioni di sostegno durante la crisi da Covid-19 anche per richiedere questa indennità online è necessario possedere il proprio codice Pin o, in alternativa, un’identità digitale Spid almeno di secondo livello, una carta di identità elettronica 3.0 o la carta nazionale dei servizi.

Effettuato il login basterà clickare sul servizio «indennità Covid-19 per lavoratori domestici». Di qui la pagina dove inserire i propri dati e fare la domanda.

Leggi anche —> Novità, bonus maggio. Le nuove regole dl Rilancio

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

I requisiti e il pagamento dell’indennità colf

Come ottenere l'indennità Colf in pochi passaggi
Pulizia parquet (foto Pixabay)

Per poter richiedere e ottenere il bonus colf è necessario possedere alcuni requisiti. In primis è necessario essere o essere stato titolare di almeno un rapporto di lavoro domestico attivo al 23 febbraio 2020 per una durata complessiva (il calcolo comprende tutti i rapporti di lavoro attivi) superiore a 10 ore settimanali.

Poi è richiesto non essere convivente con il datore di lavoro e non aver fruito delle altre  indennità introdotte dal decreto legge 18/2020. Non è compatibile la titolarità di pensione (ma il bonus è cumulabile con l’assegno ordinario di invalidità).

Infine, è necessario non essere titolare di altri tipi di rapporto di lavoro dipendente a tempo indeterminato.

Il pagamento avverrà con l’accredito delle somme su conto corrente bancario, conto corrente postale, carta di credito ricaricabile con Iban, libretto postale ma anche bonifico domiciliato presso ufficio postale (quindi con contanti).

Come ottenere l'indennità Colf in pochi passaggi
Saponette (foto Pixabay)

Nella pagina personale, all’interno della sezione dedicata, è possibile verificare lo stato della pratica ed è segnalato se è in bozza, presentata, protocollata, respinta, accolta ecc.

Leggi anche —> Gualtieri rassicura su colf, baby sitter e Irap