Incinta e malata di cancro, doppia tragedia per una donna

Brianna Rawlings, nonostante abbia ritardato il trattamento per il cancro durante la gravidanza, è deceduta dopo aver perso il suo bambino Kyden

Brianna Rawlings
Brianna Rawlings – Foto dal Web

A quattro mesi dall’inizio della sua gravidanza, la diciottenne Brianna Rawlings ha avuto una notizia devastante.

Aveva una forma aggressiva di leucemia e quindi una terribile scelta da fare: andare avanti con il parto e mettere così la sua vita in pericolo, o interrompere la gravidanza e aumentare le sue possibilità di sopravvivenza.

L’adolescente di Colyton nella parte occidentale di Sydney, ha preso la sua decisione e nonostante abbia patito dolori lancinanti e febbre, ha messo il benessere del bambino davanti al suo.

Scegliendo di procedere con la nascita e di dare a suo figlio una chance di combattere, ha dimezzato le proprie possibilità di sopravvivenza, rimandando il trattamento urgente della propria malattia.

Tuttavia la vicenda non ha avuto l’epilogo sperato. Brianna Rawlings ha partorito il piccolo Kyden con un cesareo d’emergenza con tre mesi di anticipo. Il bambino è sopravvissuto solo 12 giorni. “Per 12 giorni il ‘bellissimo piccolo miracolo’ ha lottato per aggrapparsi alla vita, prima di morire” – ha dichiarato la ragazza. “È stato molto duro, lungo, estenuante e doloroso. Anche se Kyden non è più con noi, mi ha dato la forza di andare avanti e battere questo male. Ero molto felice ed emozionata di essere una madre – tutto ciò che ho sempre voluto avere è una famiglia. “

Leggi anche >>> ALESSIA ORTENSE, DONNA TRANS, UMILIATA DALLA FAMIGLIA PER L’ULTIMA VOLTA

Brianna Rawlings: epilogo tragico per la giovane mamma coraggiosa

Brianna Rawlings
Brianna Rawlings – Foto dal Web

Nonostante la sua totale devastazione, la giovane mamma ha promesso di continuare a combattere. E inizialmente la sua salute sembrava migliorare. Era in lista per sottoporsi a un trapianto di midollo osseo dopo che il suo coraggioso fratello, Tyrone, si è offerto come donatore. Ma la vita non è sempre giusta, tutto è andato per il peggio.

Mancavano pochi giorni al trapianto, alla famiglia di Brianna fu detto che la procedura e la chemioterapia non erano più un’opzione. Nel tentativo disperato di salvarle la vita, iniziarono a raccogliere fondi per un trattamento con un costo di 3000 dollari ogni tre settimane.

Dopo solo due iniezioni, Brianna è tristemente morta. Aveva compiuto 19 anni solo pochi giorni prima.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da S H I M M I U S H E R (@_fitfatfaith) in data:

Confermando la sua morte, sua sorella Kourt Rawlings ha scritto su GoFundMe: “La nostra bella Brianna ha raggiunto la fine del suo viaggio con noi qui sulla terra ed è finalmente riunita con il suo orsetto, Kyden. Siamo assolutamente distrutti ma allo stesso tempo in pace sapendo poiché non sta più soffrendo, non è più a pezzi e incerta su quale notizia sarebbe arrivata dopo.”

Leggi anche >>> DONNA TROVATA SENZA VITA: MORTA DA UN ANNO MA NESSUNO SI ERA ACCORTO