Coronavirus, ora Trump cambia strategia: “Indossate la mascherina”

Il presidente Usa fin dall’inizio della pandemia si è sempre dimostrato contrario all’uso della mascherina per contrastare il coronavirus

Donald Trump
Donald Trump (foto dal web)

Donald Trump cambia strategia, fa un passo indietro e dice a tutti gli americani di indossare la mascherina quando non è possibile rispettare il distanziamento sociale. Il presidente degli Stati Uniti fa così marcia indietro sull’uso del dispositivo, lui che per tutti questi mesi dall’inizio della pandemia ha sempre espresso la sua contrarietà. Indossatela “che vi piaccia o meno, ha un impatto”, ha avvertito Trump.

E a dimostrazione di quanto il suo pensiero sia cambiato Donald Trump twitta una sua foto con indosso la mascherina. Una prova di come la sua inversione di rotta sia seria appellandosi a tutto il popolo americano affinché ci sia collaborazione.

Uno speciale messaggio lo ha inviato dalla Casa Bianca ai giovani invitandoli a non frequentare bar e luoghi troppo affollati. Trump ha ammesso che l’aumento dei casi nel sud degli Usa è considerevole e preoccupante. Ha spiegato, inoltre, che la situazione “peggiorerà prima di migliorare” ribadendo che il coronavirus non è altro che una “piaga” che arriva direttamente della Cina, ma “sparirà”.

Leggi anche —> Covid, sintomi che prefigurano complicanze: la ricerca americana

 Coronavirus, Trump patriottico indossare la mascherina

Coronavirus
Trump con la mascherina (foto dal web)

“Siamo uniti negli sforzi per combattere l’invisibile virus cinese e molti dicono che è patriottico indossare la mascherina quando non si può avere il distanziamento sociale. Nessuno è più patriottico di me, il vostro presidente preferito”, così ha scritto su Twitter il presidente Donald Trump per spiegare il motivo per il quale è necessario indossare il dispositivo.

Il numero uno della Casa Bianca ha ammesso che la crisi provocata dal coronavirus “peggiorerà prima di migliorare” ma ha anche rivendicato il “basso tasso” di mortalità negli States. Questi alcuni passi importanti della sua conferenza stampa sul Covid-19.

Ha parlato anche di vaccino Trump che lo ha definito la “nostra priorità” per mettere fine al virus. Non si placano però le polemiche intono al presidente che al briefing della task force della Casa Bianca si è presentato senza essere accompagnato, come suo consueto, dagli esperti medici. Non erano presenti, infatti, né Anthony Fauci né la dottoressa Deborah Birx.

Nel mentre i numeri della pandemia descrivono una situazione per nulla rassicurante. La California registra oltre 400mila casi, un numero altissimo che si avvicina al picco registrato A New York, centro dell’epidemia negli States.

Leggi anche —> Coronavirus, la Romania è un caso, centinaia di positivi liberi. Timori in Italia

Donald Trump
Donald Trump in visita all’ospedale Walter Reed in Maryland (Getty Images)

Il governatore di New York Andrew Cuomo allarga la lista dei paesi che hanno l’obbligo di isolamento per 14 giorni e aggiunge altri 10 Paesi: Alaska, Delaware, Indiana, Maryland, Missouri, Montana, North Dakota, Nebraska, Virginia e Washington. Sono così in totale 31.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.