Alex Zanardi trasferito nuovamente | ‘Non ci sono buone notizie’

Ultime su Alex Zanardi: l’ex pilota di Formula 1 deve essere trasferito a causa di un quadro clinico che purtroppo non risulterebbe essere positivo.

Alex Zanardi trasferito
Trasferito Alex Zanardi FOTO Getty Images

Arriva un aggiornamento purtroppo non buono riguardo alla situazione di Alex Zanardi. Il 53enne originario di Bologna era incorso in un grave incidente sulle strade della provincia di Siena, lo scorso 19 giugno. Mentre si trovava a bordo della sua handbike, il campione paralimpico ha impattato di colpo contro un camion che procedeva dalla direzione opposta, finendo in coma.

LEGGI ANCHE –> Zanardi, le condizioni di salute, parla il figlio: “Sono sicuro di una cosa”

Da allora Zanardi ha subito anche alcuni interventi chirurgici, ed il suo volto ne è uscito devastato. Tuttavia, un mese dopo, il quadro clinico dell’emiliano era parso mostrare dei lievi miglioramenti. Tanto che i medici alla fine hanno dato il loro consenso per uno spostamento dall’ospedale ‘Le Scotte’ di Siena ad una clinica specializzata nel trattamento neurologico in provincia di Lecco. Adesso però Zanardi versa in condizioni cliniche instabili, e questo ha dato adito ad un ulteriore, urgente spostamento all’ospedale ‘San Raffaele’ di Milano.

LEGGI ANCHE –> Zanardi, dimesso dall’ospedale: trasferito in una clinica per la riabilitazione

Lo ha fatto sapere il dottor Claudio Zanon, direttore sanitario dell’Ospedale Valduce. A seguito di ulteriori valutazioni con altri esperti, la decisione è stata quella di trasferire il pilota nel capoluogo lombardo. C’è grande apprensione nei confronti di quanto sta vivendo Zanardi, che è un personaggio pubblico amatissimo.

LEGGI ANCHE –> Zanardi, parla l’esperto: “Ho un brutto timore”

Nei giorni scorsi ha parlato anche suo figlio Niccolò. Il ragazzo ha confermato che il recupero fisico necessiterà di molto tempo. “Ma papà reagisce agli stimoli esterni”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici anche su sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter