Ottenere fino a 40.000 euro dall’INPS a tassi ridotti

Ottenere fino a 40.000 euro dall’INPS a tassi veramente vantaggiosi è possibile. Ci sono diverse tipologie di finanziamento, basta scegliere quella più adatta alle vostre esigenze

Pensioni
INPS – Foto dal Web

L’INPDAP (Istituto Nazionale Previdenza Dipendenti Pubblica Amministrazione) era un enete pubblico con la capacità di concedere piccoli prestiti, cessioni e mutui a tasso agevolato ai membri iscritti. Non esiste più dal 2011 e tutte le sue funzioni sono state assunte dall’INPS.

Come fare quindi a beneficiare dell’opportunità di ottenere un prestito fino a 40mila euro dall’ Istituto nazionale della previdenza sociale se l’INDAP non esiste più?

L‘INPS ha mantenuto tutti i vecchi servizi che però sono riservatiai dipendenti e pensionati della pubblica amministrazione e ai loro familiari. Essi infatti hanno la facoltà di richiedere prestiti personali, prestiti garantiti e mutui edilizi. Dopo i dovuti controlli, l’INPS provvederà ad erogare una somma in base al fondo disponibile. L’Istituto potrà farsi anche garante a favore di banche o finanziarie intese allo scopo di elargire prestiti ai dipendenti pubblici.

Leggi anche >>> TAGLIO CUNEO FISCALE. QUALE SARÀ IL BONUS NELLA BUSTA PAGA LUGLIO 2020

Ottenere fino a 40.000 euro dall’INPS: come fare

bonus acqua
soldi (foto dal web)

Nel 2019 il finanziamento diretto standard ammontava a 5.000 euro. Ora si possono avere fino a 40.000 euro dall’INPS.

I prestiti diretti devono essere richiesti tramite specifica modulistica di domanda direttamente allo sportello ex-INPDAP, nella sede INPS di riferimento. Non è assolutamente possibile fare la richiesta online. Inoltre, ogni prestito dovrà essere supportato da una motivazione specifica da indicare nella proposta.

La documentazione necessaria è la seguente: i documenti d’identità del richiedente, l’ultima dichiarazione dei redditi, le ultime 6 buste paga ed un certificato medico.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

mutui sospesi
Case e soldi (foto Pixabay)

I tempi di erogazione sono piuttosto lunghi. Il passaggio di denaro dev’essere ovviamente tracciabile tramite bonifico bancario, un assegno circolare o un bonifico domiciliato presso Poste Italiane.

Leggi anche —> Oltre un terzo delle imprese ha dimezzato il proprio fatturato