Roma, professoressa di italiano approfitta dell’alunna

Roma, sesso con l’alunna di 16 anni: arrestata professoressa di italiano. La donna, 63 anni, è stata rintracciata e bloccata nella giornata di sabato

bimbi scuola

Arrestata una donna, una professoressa di italiano di 63 anni con l’accusa di abusi sessuali su minori. La docente avrebbe approfittato di un’alunna di 16 anni, quindi una minore. L’insegnate è stata arrestata a Macerata, in una casa lungo la costiera marchigiana, dai Carabinieri di Porto Potenza su ordine di cattura della Procura di Roma. Ora è ai domiciliari. Proprio nella sua casa di Macerata si è consumata l’azione. La donna aveva deciso di portare con se la sua studentessa preferita. Tutto è cominciato con degli incontri che l’insegnante faceva con la ragazza al di fuori dell’orario di scuola ma fin qui tutto normale. Alla fine dell’anno scolastico, poi, l’invito della professoressa presso la sua casa di Macerata. Quando è rientrata a casa, la ragazza ha mostrato un atteggiamento strano, che ha insospettito i genitori. Quindi la rivelazione dell’alunna.

Leggi anche > Schianto sul guardrail

Roma, alunna vittima di una professoressa

Scuola
(Getty Images)

La ragazza ha parlato di una vera e propria relazione ed ha fatto leggere i messaggi alla famiglia che ha subito denunciato il tutto. Da lì l’arresto. Ora la professoressa è ai domiciliari. Il cellulare è stato sequestrato e si cerca di indagare per capire se anche altre alunne sono state vittime della donna. Un episodio che purtroppo va ad incrinare un rapporto già difficile tra mondo degli insegnati e famiglie degli studenti.

Leggi anche > Messina, l’incidente diventa un giallo

scuola Belgio
Scuola (Getty Images)

La qualità dell’insegnamento non è quella di un tempo ma vale lo stesso per l’educazione e le regole degli stessi genitori che spesso danno sostegno ai figli e troppa protezione. Discorso ben lontano dall’episodio capitato alla vittima di Roma ma che aumenta le distanze tra due parti che invece dovrebbero guidare insieme i giovani.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter

Impostazioni privacy