Coronavirus, il bollettino dell’1 settembre: 978 nuovi casi di contagio

Il Ministero della Salute, nella giornata di oggi, martedì 1 settembre, ha comunicato i numeri dell’epidemia da coronavirus in Italia tramite bollettino.

Covid-19 Mappa regione Italia
La mappa del contagio in Italia regione per regione all’1 settembre (Ministero della Salute)

Appena aggiornati, sul sito del Ministero della Salute, i dati relativi all’epidemia da coronavirus nel nostro Paese. Stando alla tabella sanitaria di oggi, il numero dei casi di contagio è salito a 270.189 con un incremento da ieri di 978 unità. In crescita, come ormai da giorni, anche il numero dei soggetti attualmente positivi che ammontano a 26.754  (+676) ed i ricoveri in terapia intensiva 107 in totale e 13 in più rispetto a ieri. Il numero delle persone guariti è di 207.944 (+291). Sono 8 i decessi registrati nelle ultime ore che portano il bilancio delle vittime dall’inizio dell’emergenza a 35.491.

La Regione Abruzzo, come si legge nelle note, ha sottratto 2 casi positivi segnalati nei giorni passati, in quanto già in carico ad altre Regioni. Anche la Basilicata ha sottratto un caso positivo. Dei 22 soggetti positivi in Calabria, 17 sono migranti e 2 residenti fuori regione. Infine, la Sicilia ha reso noto che dei 33 positivi di oggi, 5 sono migranti.

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di lunedì 31 agosto

Coronavirus
(Getty Images)

Nella giornata di ieri i numeri dei casi di contagio è giunto a 269.214 . In aumento anche i soggetti attualmente positivi che ammontavano a 26.078  ed i ricoveri in terapia intensiva 94 in totale. Il numero dei guariti era di 207.653 con un decremento di 883 rispetto al giorno precedete. Infine il totale delle vittime dall’inizio dell’emergenza era giunto a 35.483.

La Calabria, si leggeva nelle note, aveva segnalato un ricalcolo dei tamponi effettuati che erano 154.919, mentre il Veneto  segnalava un ricalco di tamponi e guariti sia del 29 che al 30 agosto. La Sicilia  comunicava che dei 26 soggetti positivi2 erano migranti ospiti dei centri di accoglienza di Lampedusa e Catania.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino del 31 agosto: quasi mille nuovi casi di contagio

Coronavirus, bollettino: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di domenica 30 agosto

Stando alla tabella sanitaria di domenica il numero dei casi di contagio era salito a 268.218. Di questi risultavano attualmente positivi 24.205 soggetti. In aumento anche i ricoveri in terapia intensiva che erano 86. Il numero dei guariti era giunto a 208.536. Infine si aggravava il bilancio dei decessi per un totale di 35.477 vittime dall’inizio dell’epidemia.

Nelle note si leggeva che la Regione Basilicata comunicherà oggi il numero dei tamponi e dei casi. La Sicilia  segnalava che dei 34 positivi , 4 erano migranti e 5 mediatori culturali del centro di accoglienza di Pietraperzia-Enna, mentre dei 34 casi in Calabria, 10 erano migranti. Infine, la Valle d’Aosta aveva segnalato un caso tornato positivo e ricoverato dopo essere stato dichiarato guarito lo scorso 24 aprile.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Coronavirus, il bollettino del 30 agosto: in aumento i ricoveri in terapia intensiva

Riaperte alcune scuole per recupero insufficienze: banco di prova in attesa del 14 settembre

Sarà un banco di prova in vista dell’inizio del nuovo anno scolastico che dovrebbe vedere gli studenti rientrare ufficialmente in aula il 14 settembre. Un primo test, dunque, per vagliare la tenuta delle misure anti contagio in vista della totale riapertura. Al momento ad essere aperti sono solo alcuni istituti di scuola media superiore, ciò al fine di consentire agli alunni di recuperare eventuali insufficienze e per completare i programmi di studio.  L’accesso, oggi, è stato limitato ad una ristretta cerchia di alunni eppure all’atto pratico tale apertura potrebbe già consentire di vagliare possibili criticità nonché valutare contromosse.

Sulla riapertura si è espressa anche l’associazione di categoria che tutela i medici della Regione Lombardia. La richiesta sindacale è quella di avallare la proposta di inserire, spiega Il Corriere della Sera, ben 3mila medici attualmente precari all’interno della scuole. Ciò però a tempo indeterminato e non fino alla cessata emergenza.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Riaperte alcune scuole per recupero insufficienze: banco di prova in attesa del 14 settembre

Trasporto pubblico, c’è l’accordo: al via le nuove linee guida

Nella serata di ieri il Governo e le Regioni hanno raggiunto un’intesa sul trasporto pubblico. Questo, come la riapertura delle scuole, era un altro dei punti più dibattuto. L’accordo prevede che all’interno dei mezzi potrà viaggiare solo l’80% dei passeggeri sul totale di posti disponibili. Per percorrere tratte di massimo 15 minuti, invece, il mezzo potrà circolare a massima capienza.

Il Ministero dei Trasporti, sul proprio sito, ha pubblicato delle linee guida.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Trasporto pubblico, c’è l’accordo: al via le nuove linee guida

Utilizzo della mascherina a scuola, la decisione del Cts

Per il Comitato Tecnico Scientifico con il rispetto del distanziamento sociale, ossia di un metro, non sarà obbligatorio indossare la mascherina. A riportare la decisione una stessa sua nota all’esito dell’incontro relativo alla questione scuola.

PER APPROFONDIRE LEGGI QUI —> Utilizzo della mascherina a scuola, la decisione del Cts


Tale orientamento, ha precisato il CTS, potrebbe però essere assoggettato a modifica. A determinarne o meno la variazione sarà la curva epidemiologica.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.