Estate finita. Quali sono i 5 alimenti che aiutano a mantenere l’abbronzatura

Estate finita. La nostra pelle abbronzata però dev’essere ancora un must. Come fare per mantenere a lungo un colorito splendente e dorato

Estate finita
Vacanza – Unsplash

L’estate sta finendo; così recitava una vecchia canzone dei Righeira. Molti sono già tornati a lavoro, tra pochi giorni riapriranno le scuole e spiaggia, mare e sole saranno lì ad attenderci il prossimo anno.

Certo, quest’estate 2020 ha avuto un sapore dolce amaro, tuttavia la voglia di prolungare almeno le parti migliori non è passata per nulla.

Di sicuro vorremmo che la nostra pelle e quel bel colorito più scuro, tipico delle stagioni calde, sinonimo di benessere e salute, rimanessero imperituri. Forse non è possibile ma di certo possiamo cercare di mantenere più a lungo la nostra abbronzatura. Come? Aiutandoci con l’alimentazione.

Abbandoniamo per ora lampade e creme colorate, il benessere della pelle passa anche da ciò che mangiamo. Portiamo a tavola alimenti ricchi di vitamine (A, C ed E) e di antiossidanti, avremo sicuramente un colorito più luminoso.

La vitamina A è fondamentale per la sintesi della melanina, la C favorisce la formazione del collagene e la E ha conclamate proprietà anti-ossidanti.

Leggi anche > Scarpe aperte, consigli per la cura dei piedi

Carote

carote (Getty Images)
carote (Getty Images)

Abbronzatura e carote sono sempre andate di pari passo. Appartenenti alle Apiaceae, sono ottime sia cotte che crude. Ricche ovviamente di betacarotene, sono dei potenti antiossidanti naturali e fonte naturale di vitamina A.

Albicocche

Albicocche
Albicocche

Le albicocche sono dei veri e propri integratori naturali, anch’esse ricche di betacarotene e licopene, ottime come le pesche e il mango.
Mangiatele come spuntino a metà mattina o pomeriggio: crude, frullate, insieme ad altri frutti o nello yogurt.

Leggi anche > Capelli, torna il taglio corto

Semi oleosi e frutta secca

noci benefici
Noci (foto dal web)

Pieni di vitamina E, aiutano a contrastare naturalmente i radicali liberi. La pelle sarà più luminosa ed elastica. Noci, mandorle, semi di sesamo, zucca, lino e girasole sono tutti alimenti ottimi ai fini del mantenimento dell’abbronzatura.
I semi oleosi possono essere consumati come spezzafame, aggiunti allo yogurt, al latte, o sorprendemente al gelato o alle insalate.

Pomodoro e peperoni

Pomodori
Pomodori – Unsplash

Anche il pomodoro possiede elevate proprietà antiossidanti; protegge l’organismo dai raggi ultravioletti, mantiene l’abbronzatura dorata più a lungo. Contiene licopene e aiuta a prevenire l’invecchiamento cutaneo.
I peperoni invece sono carichi di vitamina A, C, sali minerali e carotenoidi. Consigliati per stimolare la produzione di melanina. Grigliati o cotti al forno, ottimi nelle insalate.

Frutti di bosco

Frutti di bosco – Unsplash

Con i frutti di bosco fate il pieno di antiossidanti e betacarotene. Incrementano la produzione di melanina e aiutano a mantenere la pelle più giovane e morbida.
Fragole, more, lamponi, ribes e mirtilli contengono tannini e acido silicico, importanti per il microcircolo e la formazione del collagene, proteina del tessuto connettivo che rende l’epidermide tonica.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.