La Finanza di Trento scopre maxi frode da oltre 14 mln di euro

La Finanza di Trento ha scoperto maxi-frode internazionale, sequestrati 800 auto. Coinvolta una società che avrebbe rivenduto in Italia e all’estero

Maxi sequestro auto Trento (foto dal web)
Maxi sequestro auto Trento (foto dal web)

Le Fiamme Gialle di Trento hanno sequestrato 800 auto rivendute in Italia, Germania, Francia, Belgio e Grecia, del valore complessivo di oltre 14 milioni di euro. Sono state denunciate 9 persone per concorso in appropriazione indebita aggravata, favoreggiamento, riciclaggio e omessa dichiarazione dei redditi.

LEGGI ANCHE -> Incidente in scooter: muore padre di 49 anni, ferito gravemente ragazzo 17enne

Le indagini dei finanzieri coordinate da Pasquale Profitti, PM della Procura della Repubblica di Trento, sono scaturite dalle querele presentate da tre società finanziarie e di leasing, fra le quali una società controllata da un importante gruppo automobilistico.

Le indagini fiscali hanno permesso di risalire alla rete commerciale della filiale trentina che tra il 2017 e il 2018 ha provveduto a noleggiare oltre 1000 veicoli (principalmente berline e suv), senza corrispondere i relativi canoni per il noleggio, provvedendo successivamente a rivenderle illecitamente non solo in Italia ma anche all’estero, a clienti privati inconsapevoli di ciò che stavano acquistando. Si tratta di un’evasione fiscale di circa 30 milioni di euro.

Le indagini della Finanza hanno ricondotto a un cittadino spagnolo

Guardia di Finanza di Trento (foto dal web)
Guardia di Finanza di Trento (foto dal web)

Le Fiamme Gialle sono risalite ad un cittadino spagnolo, un 44enne di Maiorca, amministratore di una filiale trentina locata in via Brennero, di un gruppo societario spagnolo di autonoleggio con diverse sedi in Spagna, Francia, Belgio, Portogallo, Romania, Polonia e Messico. Insieme a lui sono stati denunciati anche nove dirigenti, sei spagnoli e tre italiani, per appropriazione indebita aggravata e omessa dichiarazione dei redditi.

LEGGI ANCHE -> Circeo, giovane di 19 anni violentata su una spiaggia

L’uomo attualmente è ricercato con un Mandato di Arresto Europeo emesso dal GIP del Tribunale di Trento. I tre italiani coinvolti sono titolari invece di alcuni autosaloni in Bulgaria, ad Anzio e Gallarate, per aver consapevolmente rivenduto a privati automobili di provenienza illecita. Ora sono accusati di aggravata responsabilità amministrativa dipendente da reato.

Guardia di Finanza di Trento (foto dal web)
Guardia di Finanza di Trento (foto dal web)

Le attività di indagine sono state condotte attraverso una complessa attività investigativa nazionale e transnazionale attuate grazie al Reparto Coordinamento informativo e relazioni internazionali del Comando Generale della Guardia di Finanza, con le Forze di Polizia tedesche, francesi, belghe e greche.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter