Covid19. Tassisti manifestano a Napoli. Protesta in Piazza Plebiscito

Covid19. Le misure introdotte con il nuovo DPCM del governo Conte hanno pesantemente influito anche sulla categoria dei tassisti, oggi in protesta

Covid19
Protesta tassisti – foto dal web

Danni collaterali inflitti ad un’altra categoria di lavoratori colpiti duramente dall’ultimo DPCM del governo Conte, volto a limitare assembramenti e propagazione del contagio da Coronavirus, a seguito dell’impennata dei nuovi casi d’infezione.

I tassisti, infatti, scendono in piazza e chiedono alle istituzioni che anche per loro siano previste sovvenzioni che li aiutino in questo grave periodo di crisi economica. La chiusura anticipata alle ore 18 di pub, ristaranti, pizzerie, quella definitiva di cinema e teatri, il precipitato afflusso di turisti, oltre a costituire un evidente danno per chi guadagna direttamente da quei settori, costituisce un freno enorme anche per i tassisti che vedono praticamente inutili i loro turni serali.

LEGGI ANCHE –> Proteste contro il Dpcm: da Nord a Sud insorge la polemica – VIDEO

Covid19. Tassisti in protesta da Nord a Sud

Covid19
Taxi Napoli – foto dal web

La protesta ha toccato prima la città di Milano. “Noi non ci sono più turisti, nè le persone che fanno avanti e indietro per business qui a Milano” – ha dichiarato una delegazione ai microfoni di Canale 5.

LEGGI ANCHE –> Dpcm, la protesta di un ristoratore di Pesaro. Alla polizia “non chiuderò mai”

Covid Conte
Giuseppe Conte (foto dal web)

Oggi tocca a Napoli. Centinaia di tassisti si sono radunati a piazza del Plebiscito con le proprie autovetture contro le norme dell’ultimo DPCM. Le auto con la licenza nel capoluogo campano sono circa 2400, distribite in un centinaio d’imprese familiari che adesso non dispongono più delle risorse necessarie per pagare i premi assicurativi o per fare il pieno di carburante.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.