Pandemia, il premier Giuseppe Conte: “Quadro europeo allarmante”

Il premier Conte afferma che il quadro europeo della pandemia è allarmante: “Stanziati 30 milioni per i tamponi rapidi, rinnovo del contratto dei medici”

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte (Getty Images)

La pandemia avanza nel pieno della risalita della curva in tutta Europa. Francia, Belgio, Spagna, Repubblica Ceca e Regno Unito paesi più colpiti ma anche in Italia si va verso numeri importanti. Non a caso sono a rischio lockdown le grandi città Milano e Napoli su tutte, ma anche Genova e Roma. In tal senso è intervenuto anche il premier Giuseppe Conte, molto attivo nelle ultime ore: “Il quadro europeo è allarmante, in molti Paesi c’è un notevole incremento dei casi positivi, in queste ore Francia e Germania stanno per preannunciare nuove misure restrittive”. Sono le parole durissime di Giuseppe Conte durante il question time alla Camera dei Deputati.

Leggi anche > Chiusura palestre, la ribellione

Pandemia, Conte spiega gli interventi alla Camera

Covid, Stato d'emergenza
Giuseppe Conte (web)

Per questo motivo, il premier ha spiegato la decisione presa dal Governo. Si tratta degli stanziamenti economici necessari per dare ristoro alle attività chiuse o ridotte per effetto delle restrizioni. Poi un riferimento agli investimenti sanitari, necessari allo stesso modo di quelli economici: “Abbiamo deciso – ha affermato il Presidente del Consiglio – un insieme di interventi volti a rafforzare risposta sanitaria all’emergenza epidemiologica: tra questi sono stati stanziati 30 mln per i tamponi rapidi presso i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta. Credo che sia stato annunciato o stia per essere annunciato il rinnovo del contratto di categoria che faciliterà anche il coinvolgimento di medici di medicina generale e pediatri di libera scelta nella somministrazione dei tamponi”.

Leggi anche > Musica, Gabbani parla del ritiro

Giuseppe Conte
Giuseppe Conte (foto dal web)

“L’esperienza ci insegna – ha affermato il premier – che tutelando la salute dei cittadini proteggiamo anche il tessuto economico. Ridurre le occasioni di contagio è l’unica via per la tenuta del sistema sanitario e per scongiurare un secondo lockdown generalizzato che danneggerebbe in misura ancora maggiore l’economia”. Un chiaro riferimento alle restrizioni. Conte ha sottolineato quanto fossero importanti per cercare di evitare il peggio anche per l’economia, ossia la chiusura.

 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter