Dramma assurdo: piccola muore soffocata dalla salsiccia

Nuova tragedia nel Regno Unito dove è morta Sadie Salt di 2 anni soffocata dopo aver inghiottito un boccone di cibo

St Mary's Hospital (GettyImages)
St Mary’s Hospital (GettyImages)

La piccola Sadie Salt di appena due anni è morta soffocata mentre mangiava una salsiccia all’asilo nido “Mini Learners” a Radlett, in Inghilterra, nella contea dell’Hertfordshire. Subito trasferita nell’ospedale più vicino Sadie è però morta dopo due giorni in terapia intensiva, i genitori hanno dato il benestare per la donazione degli organi.

L’immane tragedia della morta della piccola Sadie Salt di due anni ha sconvolto ancora l’Inghilterra. Un’altra bimba di soli due anni, Arietta-Grace Barnett, è morta infatti lo scorso 9 luglio a Southampton dopo aver ingerito una capsula di un detergente per wc mentre si trovava in casa con la madre. L’inchiesta è tutt’ora aperta e in caso non è ancora stato risolto.

LEGGI ANCHE –> Regno Unito, ragazza di 16 anni trovata morta nel bosco: arriva la svolta

Dopo però questo ennesimo caso nel Paese è stata lanciata una petizione online perché vengano eliminati nelle mense scolastiche e asili nido tutti quegli alimenti considerati potenzialmente pericolosi per i più piccoli, e anche una raccolta fondi per l’associazione Cosmic, che sostiene economicamente le unità di terapia intensiva pediatrica e neonatale in due ospedali di Londra.

La dichiarazione dei genitori della piccola Sadie Salt

Sadie Salt (Foto credit thesun.ie)
Sadie Salt (Foto credit thesun.ie)

La stampa locale fa sapere che appena le maestre d’asilo hanno inteso la gravità della situazione hanno chiamato immediatamente i sanitari e Sadie stata trasferita d’urgenza al St Mary’s Hospital dove è stata subito portata in terapia intensiva viste le sue labili condizioni di salute fino alla morte avvenuta il 14 novembre scorso.

LEGGI ANCHE –> Roma: albanese in carcere per maltrattamenti in famiglia

Siamo devastati per aver perso la nostra bellissima Sadie sabato 14 novembre” – hanno riferito i genitori Zoe e Adam interpellati dalla stampa. “Il team di medici e infermieri che abbiamo incontrato in terapia intensiva è stato più che fantastico, sia per quanto riguarda le cure a nostra figlia che il support per noi. Niente era troppo per farci sentire tutti amati, curati e supportati. In questo momento stiamo soffrendo terribilmente ma siamo felici di essere stati travolti da questa ondata d’amore“.

Ambulanza
Ambulanza (Maxim4e4ek – AdobeStock)

Dall’asilo nido “Mini Learners” invece hanno fatto sapere che sono vicini alla famiglia della bimba: “Siamo assolutamente devastati da questa notizia e le nostre sincere e sentite condoglianze vanno alla famiglia. La sicurezza e il benessere dei bambini affidati alle nostre cure è, ed è sempre stata, la nostra massima priorità”.

 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook,Instagram e Twitter.