Gerry Scotti, il dolore condiviso con Carlo Conti: “Ci scrivevamo ogni giorno”

Gerry Scotti è stato ricoverato per due settimane all’ospedale di Rozzano a causa del coronavirus. Il conduttore ha raccontato come condivideva il dolore con il collega Carlo Conti

Carlo Conti e Antonella Clerici
Carlo Conti e Antonella Clerici – Foto da Getty Images

Gerry Scotti è finalmente tornato a casa dopo due settimane di inferno vissute nell’ospedale di Rozzano per aver contratto il coronavirus. Il celebre conduttore ha raccontato in un’intervista a Tv Sorrisi e Canzoni di come ha trascorso la degenza all’interno del nosocomio del milanese. “Zio Gerry” ha detto di aver condiviso il dolore con il collega Carlo Conti. I due amati volti della televisione si scrivevano ogni giorno: “‘A te quanti litri di ossigeno oggi?’. ‘A me tre’. ‘A me quattro’. Sembravamo i vecchietti del Muppet Show“, ha scherzato il giudice di “Tu si que vales”. Entrambi erano ricoverati nello stesso periodo e fortunatamente ne sono usciti in perfette condizioni. Il conduttore toscano lo abbiamo visto venerdì scorso in tv su Rai Uno, ritornato in gran forma per condurre l’ultima puntata di “Tale e quale show”, che ha visto la vittoria di Lidia Schillaci. Il collega e amico Scotti è tornato a casa lunedì 16 novembre per la gioia dei fan che lo hanno tempestato di messaggi d’affetto sui social network.

LEGGI ANCHE -> Pandemia, Gerry Scotti rompe il silenzio: Non è stata una passeggiata

Il racconto di Gerry Scotti e l’affetto dei suoi fan

Gerry Scotti Carlo Conti Covid
Gerry Scotti (screenshot instagram)

Una settimana fa Gerry Scotti ha condiviso un selfie su Instagram in cui ringraziava tutti quelli che gli sono stati vicino tra cui medici, infermieri, amici e collaboratori dell’ospedale di Rozzano. Quando ha iniziato ad avere i primi sintomi (come perdita d’olfatto e decimi di febbre) si è rivolto proprio all’Humanitas per controllare la sua situazione clinica: “mi hanno sottoposto a 50 esami per capire a situazione di cuore, reni, polmoni… E quando mi hanno detto: “Gerry, il suo è un Signor Covid”, ho iniziato il cortisone e gli antibiotici”. Il momento più difficile per il presentatore è stato quando ha dovuto indossare il casco per la ventilazione.

LEGGI ANCHE -> Iva Zanicchi e la ripresa dal Covid:  successo anche a Gerry Scotti, ma a me no

Gerry Scotti Carlo Conti covid
Gerry Scotti con i medici dell’Humanitas (screenshot Instagram)

Proprio in quegli attimi ha capito di avere una grande forza interiore, che lo ha aiutato a superare il Covid. Ma presto il “Dottor Scotti” diventerà nonno: una bellissima notizia dopo il tremendo periodo vissuto in ospedale.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter