Contadino spara e prende a calci un cane per poi sorridere al proprietario

Un contadino ha sparato e preso a calci un cane. In seguito, l’uomo ha sorriso soddisfatto al proprietario dell’animale.

Gregge di pecore – Fonte Gettyimages

LEGGI ANCHE >>> Australia: uomo ucciso da uno squalo a Cable Beach

Un allevatore di pecore ha sorriso al proprietario di un cane, dopo aver sparato sul muso e preso a calci il suo animale domestico. Kerri Malley, 40 anni, stava passeggiando con Benji, un cagnolino della razza cockapoo. L’animale è di piccola taglia, alto circa mezzo metro. Il cucciolo correva libero in prossimità di un campo agricolo. Dopo aver sfiorato un recinto elettrico, Benji è sfuggito al controllo del padrone. Dopo una ricerca durata circa dieci minuti, il proprietario è entrato nel terreno di un contadino agitando le braccia per attirare la sua attenzione. Nel retro della dimora del pastore la terribile scoperta: il cane era stravolto a terra e respirava a malapena. Kerri è ancora scosso per l’accaduto.

LA VIOLENZA DEL CONTADINO HA CAUSATO LA MORTE DELL’ANIMALE

Pecore – Fonte Gettyimages

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Pedofilo violentato e ucciso in carcere da un compagno di cella

La polizia giudiziaria di Cheshire Constabulary ha avviato le indagini investigative sull’agricoltore, il quale ha dichiarato la legalità della sua brutale azione. Difatti, ai sensi dell’Animal Act 1971, il contadino ha il permesso di sparare agli animali che attaccano le sue pecore. Kerri ha portato immediatamente il cane dai veterinari, ma i soccorsi sono stati vani: il cagnolino è morto poco dopo. “Niente di quello che faccio ora potrà mai riportarlo indietro” confessa il padrone ancora scioccato. Infine, l’uomo rivolge un pensiero a qualsiasi persona abbia un cane domestico. “Bisogna stare molto attenti” perché bisogna conoscere bene norme e implicazioni nel momento in cui si sceglie deliberatamente di slegare il guinzaglio al proprio cane.

Gregge di pecore – Fonte Gettyimages

LEGGI ANCHE >>> Ragazza violentata da tre uomini mentre tornava a casa da scuola

Il padrone di Benji, direttore di una società automobilistica, non ha negato l’esistenza del gregge di pecore nel campo di Sandbach, ma sostiene che il suo piccolo cockapoo non le ha minimamente danneggiate.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Fonte Mirror, Metro.co.uk