Nuovo Dpcm, le novità per gli spostamenti a Natale

Nuovo Dpcm sul Natale: vietati gli spostamenti tra Regioni anche tra quelle gialle. Sì al ricongiungimento dei familiari

Natale
Natale (geralt-Pixabay)

Manca poco meno di un mese alla festa più attesa dell’anno, il Natale e c’è chi non ne vuole proprio sapere di festeggiare e chi, invece, è già con la mente al cenone, allo shopping e all’aria di festa tipica del mese di dicembre.

Cosa sarà possibile fare? Per il momento non c’è certezza sul fatto se il prossimo Dpcm andrà in vigore dal 4 dicembre a poco prima del Natale oppure se si opterà per un decreto unico.

Certamente l’obiettivo del Governo è non autorizzare un “liberi tutti” evitando le scene che si sono viste a Ferragosto. Questo è l’unico modo per tenere la curva dei contagi stabile sperando addirittura che continui ad abbassarsi.

Come fare? Il Governo su alcuni aspetti ha le idee chiare, vietare gli spostamenti tra regioni.

LEGGI ANCHE –> Bill Gates e la prossima pandemia: “Vi dico quando sarà”

Nuovo Dpcm, a Natale spostamenti vietati tra regioni

Nuovo Dpcm Natale
Pranzo di Natale (Pixabay)

A Natale spostamenti vietati tra Regioni, è questa la mossa che il Governo pensa di attuare per tenere basse le occasioni di spostamenti ed incontri.

Anche nel periodo di festa, da quanto trapela in queste ore, saranno autorizzati solo gli spostamenti strettamente necessari. Lo ha chiarito il ministro Speranza lasciando capire che anche se fra poco meno di un mese le regioni dovessero essere quasi tutte in zona gialla non saranno consentiti gli spostamenti fuori dai confini regionali. 

Si sta vagliando però il ricongiungimento dei figli che sono fuori con la famiglia, come per coniugi e partener conviventi, arrivando ad essere a tavola fino ad un massimo di 8 persone.

Altro tassello da vagliare è quello dei “permessi speciali” che potrebbero consentire lo spostamento nelle località di mare o di montagna, come chiedono gli albergatori, specificando che gli impianti sciistici restano, invece, chiusi. In dubbio anche la decisione sulle seconde case.

LEGGI ANCHE –> Sputnik V: il vaccino russo sarebbe efficace oltre il 95%

il ministro Speranza: diversa fase
Roberto Speranza (Getty Images)

Pare però che si intenda lasciare il coprifuoco, attivo a partire dalle 22, dal 23 di dicembre fino al 10 di gennaio. Le date clou delle classiche vacanze natalizie. “Il coprifuoco dopo le 22 c’è anche per la messa” ha detto Speranza su La7 a Di martedì, anche se ha ammesso che “sarà fatta una nuova valutazione relativa al Natale”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.