Aggirare il Dpcm a Natale? Per alberghi e ristoranti è possibile

In vista del periodo natalizio, molti alberghi e ristoranti si stanno attrezzando per raggirare il Dpcm che entrerà in vigore: lo stesso accadde con il decreto del 24 ottobre

Giuseppe Conte , Dpcm
Giuseppe Conte (Getty Images)

Ristoratori e albergatori, due fra le categorie più colpite dal “lockdown parziale”, stanno già cercando un escamotage per raggirare il nuovo Dpcm, previsto per i primi di dicembre. L’obbiettivo dei lavoratori del settore è quello di sfruttare i buchi del decreto ministeriale, proprio come è già avvenuto con il Dpcm del 24 ottobre.
In vista delle vacanze natalizie, ci si sta attrezzando per far sì che chiunque prenoti una camera d’albergo possa anche usufruire del servizio di ristorazione.

LEGGI ANCHE> Nuovo DPCM, per alcune regioni possibili cambi di colore a breve

Vacanze natalizie: hotel e ristoranti si attrezzano in vista del nuovo Dpcm

Hotel e servizio di ristorazione
Hotel e servizio di ristorazione (Getty Images)

Nel Dpcm del 24 ottobre, la regolamentazione dell’attività di ristorazione prevedeva che si potesse fornire un servizio solamente dalle ore 5.00 alle ore 18.00, tralasciando l’eventualità dell’asporto e del servizio a domicilio. Tuttavia, per alberghi ed altre strutture ricettive, era “consentita senza limiti di orario la ristorazione, limitatamente ai propri clienti“.

Un escamotage ben sfruttato da moltissimi albergatori, che hanno quindi proseguito la loro attività di ristorazione, peraltro registrando il “pieno” di clienti. Repubblica ha di recente elencato i nomi delle strutture ricettive che stanno lavorando a pieni ritmi, e che vorrebbero sostenere questo andamento anche per il Natale e il Capodanno.

Se il decreto previsto gli inizi di dicembre manterrà questa stessa fisionomia, gli albergatori sono certi di poter continuare a lavorare. Alcuni hotel, come il “Luxury Hotel Orsogrigio“, situato nella provincia di Trento, hanno addirittura ideato la formula della cena in camera, per rendere il soggiorno degli ospiti ancora più sicuro.

LEGGI ANCHE> DPCM del 4 Dicembre. L’Italia con il fiato sospeso per le festività natalizie

Servizio di ristorazione
Servizio di ristorazione (Getty Images)

Tuttavia, a seguito della segnalazione del quotidiano Repubblica, c’è da chiedersi se il governo non riesamini la legislazione in merito a questo tipo di attività, scegliendo di bloccare il servizio di ristorazione negli hotel. Questa, per gli albergatori, rappresenterebbe una vera e propria doccia fredda.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.