Iniettava candeggina nelle vene della figlioletta di 1 anno. Arrestata

Iniettava candeggina e sapone liquido nelle vene della figlioletta di un anno. Le ha inflitto altre orribili torture. Arrestata 28enne

Iniettava candeggina
Ezgi Korucu – The Sun

Una donna di 28 anni, Ezgi Korucu, originaria di Avcilar, nei pressi di Istanbul (Turchia) è stata posta in stato di fermo per le torture inflitte alla propria figlioletta. La bambina di soli 18 mesi è finita in ospedale dove i medici hanno sporto denuncia, rendendosi conto delle atrocità che aveva subito.

La piccola era piena di tagli e lesioni. Le indagini si sono rivolte immediatamente verso la madre che, dopo un interrogatorio, ha confessato: “Non l’ho mai amata”. Le vessazioni sarebbero iniziate quando la figlia aveva appena un mese di vita. La donna ha fatto di tutto per sbarazzarsi di lei. “L’ho torturata con tagli di rasoio su testa, gambe, braccia, petto e palpebre” – ha detto. “Le ho iniettato sapone liquido e candeggina nelle vene usando una siringa”. Questo è quanto è stato riferito dal giornale britannico The Sun.

Iniettava candeggina e sapone nella figlia di 18 mesi. Episodio terrificante

LEGGI ANCHE –> Maradona, novità clamorosa: “E’ stato ucciso e sappiamo da cosa”

Iniettava candeggina
Violenza Foto Instagram

Secondo il personale medico che si sta occupando della bambina, è un vero miracolo che sia ancora viva dopo un anno e mezzo di simili torture. La donna, durante la confessione, ha mostrato un minimo di pentimento.

Gli avvocati sono già a lavoro nel costruire una difesa. Adducono che Ezgi Korucu si sia trovata in uno stato di alterazione psichica dovuta alle violenze che lei stessa aveva subito dal marito. Il suo legale avanza anche un’altra ipotesi, ossia che la donna avrebbe attuato una strategia terribile in modo da poter essere posta in stato di arresto e scappare dalla situazione degradante che si svolgeva all’interno delle sue mura domestiche.

Leggi anche -> Orrore in Svezia, segrega in casa il figlio per quasi 30 anni: arrestata madre 70enne

Reveng porn maestra Torino testimonianza
Violenza (foto da Instagram)

La 28enne ha chiesto il perdono della figlia. Chissà se giungerà mai. L’unica cosa che conta è che adesso la bambina si riprenda e possa trovare una famiglia che la ami come merita.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.