Non regge al dolore per il suicidio della figlia: la madre della star Netflix si toglie la vita

La madre della star di Netflix, Daisy Coleman, si è tolta la vita a quattro mesi di distanza dal suicidio della figlia, uccisasi ad agosto.

Daisy Coleman madre Melinda suicidio
Daisy Coleman e la madre Melinda

Una donna di 58 anni si è tolta la vita a distanza di soli quattro mesi dal suicidio della figlia. Melinda Coleman, madre della star statunitense Daisy Coleman, suicidatasi ad agosto, è stata ritrovata senza vita nella giornata di ieri. A confermare il decesso della donna, attraverso un post su Instagram, è stato SafeBae, gruppo di prevenzione contro le violenze sessuali che la figlia Daisy aveva fondato. La figlia di Melinda aveva raccontato in un documentario di aver subito degli abusi sessuali quando aveva solo 14 anni.

Leggi anche —> Infermiera assassinata mentre va a lavoro: il terzo caso in quattro anni

Usa, donna si toglie la vita a 4 mesi dal suicido della figlia: trovata morta la madre della star Daisy Coleman

Daisy Coleman e il fratello Charlie
Daisy Coleman e il fratello Charlie (Getty Images)

Leggi anche —> Bambina ritrovata ferita: un uomo accusato di tentato omicidio

Si è tolta la vita a distanza di quattro mesi dal suicidio della figlia 23enne. Melinda Coleman, madre della star di Netflix Daisy Coleman si sarebbe suicidata nella giornata di ieri, domenica 6 dicembre. La notizia della morte è stata resa nota dal gruppo SafeBae, fondato dalla figlia della donna che si occupa di prevenzione antistupro. “Siamo scioccati e distrutti – ha scritto in un post su Instagram il gruppo- nel comunicarvi che abbiamo perso Melinda Colema, suicidatasi questa sera. Il lutto infinito per la perdita del marito, del figlio Tristan e della figlia Daisy era più di quanto potesse sopportare la maggior parte del tempo“. SafeBae ha rivolto un pensiero agli altri due figli della donna, Logan e Charlie Coleman.

Melinda, veterinaria 58enne, aveva perso prima il marito, morto nel 2007 in un incidente stradale, così come il figlio Tristan Ash Coleman, deceduto nel 2018, e la figlia Daisy di 23 anni che, lo scorso 4 agosto, come riporta la redazione del tabloid britannico The Sun, si era uccisa sparandosi un colpo di pistola alla testa durante una videochiamata con il suo fidanzato. Un dolore a cui la donna non avrebbe retto compiendo anch’essa lo stesso gesto a quattro mesi esatti di distanza dalla figlia.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da SafeBAE (@safe_bae)


Daisy Coleman aveva preso parte allo show, trasmesso da Netflix, Audrie & Daisy, durante il quale insieme ad altre ragazze aveva raccontato degli abusi sessuali che aveva subito da bambina. Abusi che, stando alle parole della madre, avevano segnato la giovane, la quale più volte aveva provato a suicidarsi.

 

Impostazioni privacy