Uomo scommette la moglie al gioco e perde. Epilogo abominevole

Ennesimo caso di violenza domestica. Un uomo scommette la propria moglie al gioco. La perdita ha previsto un epilogo abominevole per la povera donna

Uomo scommette moglie
violenza (Getty Images)

Un giocatore d’azzardo incallito non si è fatto scrupolo di scommettere la propria moglie. La vicenda è accaduta in India, precisamente nello stato nord-orientale del Bihar. 

Rajesh Kumar Jha, un alto funzionario di polizia della stazione di polizia di Muzahidpur, ha raccontato che la coppia era sposata da oltre 10 anni. L’uomo, tossicodipendente, avrebbe spedito la consorte dai suoi creditori contro la sua volontà e da loro sarebbe stata violentata in gruppo come risarcimento per la perdita al gioco. Se si fosse ribellata resistendo all’assalto sessuale, il marito l’avrebbe picchiata e tenuta in ostaggio.

Leggi anche >>> Morto Donato Bilancia, il serial killer delle prostitute

Uomo scommette moglie al gioco: violenza e tortura

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da OK!News24.it- Saverio Zeni (@okmugello)

Leggi anche —> Uomo accoltella e uccide i familiari: voleva “salvarli dal Coronavirus”

Il 2 novembre scorso la donna (30 anni d’età) si è opposta ai tentativi del marito-orco di rispedirla nuovamente dai giocatori. Per questo motivo, le ha gettato dell’acido addosso.

Al momento l’uomo è stato preso in consegna dalla polizia di stato. Rimarrà in custodia giudiziaria, in base alla legge indiana, per violenza domestica e detenzione illegale. L’identità della coppia non può essere rilevata per via delle norme che proteggono la privacy delle vittime di crimini sessuali nello stato asiatico.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Accademia Gilmont (@accademiagilmont)

Cresce, dunque, il numero dei casi di violenza domestica durante le restrizioni da Coronavirus in India e non solo.