“Se si ammala un lombardo, vale di più”: la frase scandalo dell’eurodeputato

La frase choc dell’eurodeputato della Lega: “Se si ammala un lombardo, vale di più”. E’ stato condannato in primo grado

Parlamento Europeo
Il Parlamento Europeo (Getty Images)

Frase sconcertante da parte di un eurodeputato della Lega Nord. Si chiama Angelo Ciocca ed ha dichiarato durante il programma “Lombardia nera”, in onda sull’emittente locale Antenna 3: “Non è pensabile che la Lombardia che ha il doppio degli abitanti del Lazio possa ricevere meno vaccini. Poi bisogna valutare quanto l’importanza economica del territorio, riporta il Fatto Quotidiano. La Lombardia, è un dato di fatto, è il motore di tutto il Paese. Quindi se si ammala un lombardo vale di più che se si ammala una persona di un’altra parte d’Italia”. Parole sconcertanti che hanno destato scalpore, soprattutto perchè arrivano da un deputato europeo, un rappresentante del paese in seno all’Unione, e precisamente nel parlamento europeo.

Leggi anche > Scontro terribile tra due veicoli

Parlamento europeo ripresa economica 2021
Parlamento europeo (getty images)

Leggi anche > Ex imprenditore finisce in una fossa

Eurodeputato leghista, parole scandalo sulla distribuzione del vaccino

Vaccino anti-Covid
Vaccino anti-Covid (Getty Images)

L’uomo, poi, è stato condannato in primo quadro nell’ambito dello scandalo Rimborsopoli alla Regione Lombardia. In sostanza l’eurodeputato leghista pensa che i vaccini vadano distribuiti in base alla produttività regionale. Un criterio che ha fatto discutere e non poco. L’eurodeputato aveva iniziato un discorso condivisibile sulla proporzione numerica delle popolazioni: “I fattori che devono portare alla distribuzione del vaccino devono essere il numero di abitanti, una proporzione fra quanti abitanti ho e quanti vaccini. Non è pensabile che la Lombardia che ha il doppio degli abitanti del Lazio possa ricevere meno vaccini”. Un discorso condivisibile, fino a quando poi il deputato europeo ha fatto riferimento alla produttività. Un ragionamento di tipo territoriale che contrasta con il progetto politico nazionale della Lega e che fa emergere nuovamente la caratteristica territoriale del partito.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

“Se si ammala un lombardo, economicamente, da imprenditori, vale di più rispetto a un laziale. Sulla salute non si può fare politica – aggiunge l’eurodeputato leghista –  ma bisogna fare anche un ragionamento economico per il Paese perché purtroppo, è un dato di fatto, un cittadino lombardo paga più tasse rispetto un cittadino laziale “. Il discorso fatto alla radio locale lombarda scatenerà sicuramente delle reazioni nel mondo della politica e non solo. I cittadini laziali non ne saranno facilmente lieti.