Giuseppe Fiorello: l’omaggio al padre con «Penso che un sogno così»

L’attore Giuseppe Fiorello si racconta nel suo nuovo spettacolo grazie ad una “storia universale”: a primeggiare sarà il ricordo del padre.

Giuseppe Fiorello morte padre
Giuseppe Fiorello (Getty Images)

In una delle ultime interviste all’attore siciliano, interprete di Un Cinese In Coma, celebre pellicola cinematografica che segnò i suoi esordi al fianco dello stimato Carlo Verdone, ha deciso di rivelare i dettagli del suo nuovo spettacolo teatrale. Penso che un sogno così andrà in onda su RaiUno e sarà interamente presentato da Giuseppe Fiorello. L’11 gennaio, accompagnato da uno splendido verso di Domenico Modugno, l’attore ripercorrerà in maniera inedita le tappe della sua infanzia, tra cui il profondo legame con il padre e sua sorella, fino a giungere ai nostri giorni.

Leggi anche —>>> La vita di Beppe Fiorello, dalla sua carriera alla sua famiglia

Giuseppe Fiorello: l’emozionante omaggio al papà

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Andrea (@andy3it)

Potrebbe interessarti anche —>>> Beppe Fiorello a Domenica In: il mio dramma vissuto per una vita

Lo spettacolo in questione, prima che venisse adattato per il piccolo schermo dalla Friends&Partners, aveva già debuttato con successo grazie a centinaia di programmazioni in tutta Italia. Beppe è felice di anticipare come attraverso una serie di aneddotti, e descrizioni di alcuni personaggi particolarmente interessarti, si calerà nei panni del suo sé bambino, ripercorrendo i ritmi della sua infanzia improntati sulle note coinvolgenti del maestro Modugno.

Il suo amore per il cantautore pugliese, Giuseppe, lo deve intereamente a suo padre. Era stato proprio lui ad iniziarlo alle sue canzoni, e l’attore di tutta risposta finirà per interpretarlo nel corso della sua carriera. Un’icredibile coincidenza che lui stesso ha voluto definire come “un gioco di specchi”. Per poi aggiungere: “un padre cresce un figlio con il mito di un cantante, quel figlio diventa un attore che interpreterà proprio quel cantante. Mi sono detto che non potevo non raccontare questo incrocio del destino“.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Giuseppe Fiorello (@giuseppefiorello)

L’attore si racconta come un bambino incredibilmente timido ma che, dopo la scomparsa di suo padre a soli 20 anni, si sentì spinto a crescere e di conseguenza ad aprirsi al mondo. Modugno dunque diventa il filo rosso legando l’esistenza di Fiorello a quella dei suoi affetti più cari. Un vaggio nel tempo che, grazie ad una professionale lente d’ingrandimento, farà sicuramente affezionare il suo pubblico.