Orrore nella notte di Capodanno. Ragazzo di 25 anni muore decapitato

Orrore avvenuto nella notte di Capodanno. Un ragazzo di soli 25 anni è deceduto a causa dell’esplosione di un petardo

Orrore notte Capodanno petardi ragazzo decapitato 25 anni
Petardi nella notte di Capodanno – GettyImages

Le ore successive alla notte di Capodanno come sempre, purtroppo, offrono uno scenario simile ad un bollettino di guerra con notizie sconvolgenti che riguardano morti e gravi mutilazioni a seguito dello scoppio di petardi. A quanto pare non bastano appelli sui media, ordinanze restrittive varate dalle autorità locali. Anche quest’anno, nonostante i divieti di circolazione e auspicando in festeggiamenti più dimessi a causa della pandemia in atto, non sono mancate vittime.

L’informazione più sconvolgente al riguardo arriva dalla Francia dove un ragazzo di soli 25 anni ha perso la vita in maniera tragica. Come riportato dai media oltralpe, l’incidente è avvenuto nella città di Boofzheim, vicino a Benfeld, nel Basso Reno.

Non sono ancora note le dinamiche precise, è trapelata la notizia che il giovane stesse maneggiando un petardo che sfortunatamente gli è esploso in faccia. Stava festeggiando il Capodanno con amici in un’abitazione privata in rue des Lilas, quando è sceso in strada con un secondo ragazzo di 24 anni per accendere i fuochi d’artificio. Uno di essi non ha funzionato a dovere. Secondo quanto riportato dai testimoni, la testa gli si è praticamente quasi staccata dal corpo a causa della forte esplosione. L’amico è leggermente ferito. Ha riportato bruciature al cuoio capelluto ed è stato trasferito dai soccorsi all’ospedale di Strasburgo-Hautepierre.

Nella stessa regione del Basso Reno, è trapelata la notizia di altri incidenti simili: tre persone sono ferite a causa dei botti di Capodanno. C’è chi ha subito la perdita di un dito.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Aereo precipita in un fiume: muore un’intera famiglia

Orrore nella notte di Capodanno. Morti e feriti a causa dello scoppio di petardi

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Shoot.em_service (@shoot.em_service)

LEGGI ANCHE >>> Capodanno: organizzate diverse feste illegali nonostante il coprifuoco

In Italia si registra la morte di un ragazzino di 13 anni a causa dello scoppio di un petardo. Il fatto tragico è avvenuto ad Asti, nel campo nomadi di via Guerra, dove viveva la vittima.

E’ deceduto poco dopo la mezzanotte per le gravi lesioni all’addome dovute all’esplosione. E’ stato soccorso immediatamente ma era già in arresto cardiaco quando è arrivato al Pronto soccorso. Nessun intervento poteva più essere necessario per salvargli la vita. Sul suo corpo verrà disposta un’autopsia.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da ℤ𝕒𝕟𝕘 𝔻 (@2020realsuck)

Secondo il Dipartimento della Pubblica Sicurezza il bilancio delle vittime di Capodanno 2021 è di un morto e di 79 feriti, dei quali 23 ricoverati. Un calo definito lieve rispetto all’anno scorso, in una notte dove tutti avremmo dovuto rimanere a casa per le disposizioni delle norme anti Covid.