Vaccino, i risultati dell’autopsia sull’infermiera morta

L’autopsia sul corpo dell’infermiera, deceduta due giorni dopo la somministrazione del vaccino anti Covid, ha scongiurato il collegamento tra il farmaco e la morte.

Vaccino Covid infermiera morta risultati autopsia
(Getty Images)

Sono arrivati i risultati preliminari dell’autopsia sul corpo dell’infermiera di 41 anni deceduta in Portogallo a 48 ore dalla somministrazione del vaccino anti Covid Pfizer. L’esame autoptico, effettuato ieri, avrebbe escluso ogni collegamento tra la morte ed il vaccino. La 41enne si era vaccinata lo scorso 30 dicembre ed era deceduta improvvisamente il giorno di Capodanno dopo essersi recata a casa del suo compagno. Proprio quest’ultimo l’aveva ritrovata esanime ed aveva lanciato l’allarme.

Leggi anche —> Reithera, il vaccino italiano è sicuro. Ma come funziona?

Covid, infermiera morta due giorni dopo il vaccino: nessuna correlazione tra il farmaco ed il decesso

pfizer vaccino
(Getty Images)

Leggi anche —> Infermiere positivo dopo vaccino, la risposta da parte di Pfizer

Aveva suscitato molto timore il caso di Sonia Acevedo, l’infermiera portoghese deceduta improvvisamente a 48 ore dalla somministrazione del vaccino contro il Covid-19 della Pfizer. Stando a quanto riporta la redazione del quotidiano portoghese Correio de Manha, l’infermiera, che lavorava da 10 anni nel reparto di pediatria dell’Istituto nazionale di Oncologia (IPO) di Porto, aveva ricevuto la prima dose del vaccino lo scorso 30 dicembre. La donna, madre di due bambini, la sera di Capodanno si era recata a casa del compagno, ma è deceduta improvvisamente.

Dopo la morte di Sonia, la sua famiglia aveva chiesto risposte per capire se il decesso potesse essere in qualche modo collegato alla somministrazione del vaccino avvenuta due giorni prima. A fugare ogni dubbio in merito, è stata l’autopsia sulla salma dell’infermiera, i cui risultati preliminari, come riporta il Correio de Manha, hanno scongiurato qualsiasi tipo di correlazione. La conferma è arrivata anche dal Ministero della Giustizia che in una nota ha scritto: “Senza alcun riferimento alla causa del decesso, coperta dal segreto, i dati preliminari dell’esame medico-legale effettuato oggi non mostrano alcuna relazione tra il decesso e il vaccino per il soggetto in questione“. La causa del decesso, dunque, non è ancora stata determinata, circostanza che verrà meglio chiarita nei prossimi giorni.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

vaccino
(Getty Images)

Adesso la salma dell’infermiera è stata restituita ai familiari per le esequie che si celebreranno nella giornata di oggi, mercoledì 6 gennaio, presso la cappella di São Pedro de Avioso, a Maia. Ai funerali, per via delle disposizioni anti contagio, potranno prendere parte solo i familiari più stretti della donna.