Scozia: la magica danza notturna di centinaia di droni

A seguire il filmato che riprende lo spettacolo “Fare Well”: centinaia di dispositivi volanti eseguono le luminose coreografie aree.

Uno spettacolo aereo mozzafiato quello di “Fare Well”: la nuvola di droni si è alzata per illuminare le ultime tre notti del 2020. Le straordinarie coreografie hanno abbagliato la volta di Edimburgo, Scozia. Perfettamente sincronizzati, i dispositivi volanti hanno danzato nel cielo, assumendo le sembianze di diversi oggetti e animali; quali un cuore dal colore rosso acceso, un aeroplano, un cervo che galoppa sulle colline scozzesi o, ancora, un immenso uccello che spiega le ali. La magica iniziativa è stata realizzata dagli organizzatori di “Edinburgh’s Hogmanay”; il loro festival attira ogni anno migliaia di spettatori. L’evento ha illuminato per tre notti le strade della capitale scozzese, prima che i fuochi d’artificio inondassero la volta di Capodanno. L’anno scorso, l’osservazione diretta dello spettacolo è stata ostacolata a causa dell’emergenza coronavirus. Tuttavia, la pandemia non è riuscita a fermare lo straordinario progetto luminoso: le eleganti e leggiadre danze aeree sono state fruibili virtualmente a livello internazionale.

LEGGI ANCHE >>> Gaffe di Ivanka Trump su Twitter: tagga il rapper al posto del padre

Dal 29 al 31 dicembre 2020 i 150 droni hanno illuminato la capitale della Scozia: i video su Youtube e sul sito ufficiale di Edinburgh’s Hogmanay

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Lutto nel mondo del fitness, muore giovane influencer. Aveva 27anni

Gli organizzatori hanno deciso di dire addio al 2020 in gran stile: sono stati utilizzati 150 droni che, grazie al progresso dell’intelligenza artificiale, hanno oscillato coreografie aeree notturne lungo le sensazionali campagne scozzesi. Lo spettacolo, conosciuto anche come “Fare Well”, è stato trasmesso sul sito ufficiale di Edinburgh’s Hogmanay 2020 ogni sera dal 29 al 31 dicembre 2020. I realizzatori dello spettacolo di alta ingegneria elettronica hanno utilizzato un sofisticato software di intelligenza artificiale per sincronizzare lo spostamento dei dispositivi. Per sviluppare in armonia le splendide immagini aeree, create dallo scozzese Gary Wilson, i droni hanno raggiunto un’altitudine di 150 metri a una velocità massima di 40 km/h.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Sul sito ufficiale, il messaggio da parte degli organizzatori: “Nonostante il trauma dei mesi passati, possiamo e dobbiamo ancora sperare. Dobbiamo sperare nel futuro, sperare nel nuovo anno e sperare l’uno nell’altro.”

Fonte Edinburgh’s Hogmanay