Madre assolda un killer e fa uccidere la figlia: il motivo del folle gesto

Una donna avrebbe assoldato dei killer per far uccidere la figlia il cui corpo è stato rinvenuto all’interno di un canale: arrestata.

India uccide figlia assolda killer
Polizia indiana (Getty Images)

Una storia agghiacciante, alla quale si fa stento a credere. Una donna di 52 anni è stata arrestata dopo che il corpo della figlia 34enne è stato rinvenuto all’interno di un canale. Secondo le prime indagini degli inquirenti, pare che la donna abbia assoldato dei killer per uccidere la figlia poiché quest’ultima gestiva dei traffici illeciti.

Leggi anche —-> Uccide e decapita la fidanzata 17enne, poi il macabro gesto

India, madre assolda killer per far uccidere la figlia: corpo rinvenuto all’interno di un canale

Ambulanza indiana
Ambulanza indiana (Getty Images)

Leggi anche —> Ragazza trovata morta appesa ad un albero: la zia rivela inquietante dettaglio

Lo scorso 13 gennaio, nei pressi del villaggio di Raisuna a Basta (India), il cadavere di Sibani Giri è stato rinvenuto all’interno di un canale. Sul corpo evidente un colpo alla testa inferto da un pesante oggetto e svariati tagli alla gola. Un caso su cui immediatamente la Polizia del luogo ha attivato le indagini, scoprendo la macabra verità.

La madre della vittima, Sukanti Giri di 52 anni, pare abbia pagato un uomo ben 50mila rupie indiane per uccidere la giovane. Il motivo risiederebbe nel fatto che la 34enne era implicata in un commercio illegale di liquori. Stando ad una prima ricostruzione, riporta la redazione locale dell’Indian Express, l’uomo avrebbe assalito Sibani con un mattone sfondandole il cranio, poi avrebbe infierito su di essa.

La polizia sin da subito si sarebbe concentrata sulla madre della giovane con la quale quest’ultima non aveva buoni rapporti. Inoltre, riporta sempre l’Indian Express, secondo gli inquirenti la 52enne pare avesse messo gli occhi sui traffici illeciti della figlia. In sostanza ritengono che volesse appropriarsi del giro, avendo visto i proficui guadagni.

La vittima, avrebbe riferito un alto grado di polizia, era dipendente dall’alcool e spesso rincasava tardi ed ubriaca. Non sarebbero mancate occasioni in cui si sarebbe scagliata violentemente contro la madre. Da anni, inoltre, lei e le sue figlie vivevano con la 52enne dopo che Sibani aveva deciso di lasciare il marito.

La giovane Sibani, sarebbe emerso dalle indagini, sarebbe stata aggredita dapprima con un mattone e poi strangolata utilizzando una cinta. Potrebbe essere stata la mancanza d’ossigeno ad averne determinato la morte. Il corpo sarebbe poi stato posizionato nel canale.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Polizia indiana
Polizia indiana (Getty Images)

La madre della vittima ed il killer al suo soldo sono stati arrestati e, nel corso del loro interrogatorio, non avrebbero negato le loro responsabilità