La Vita In diretta, la lite e poi la sospensione della trasmissione – IL VIDEO

Il conduttore del programma La vita in diretta ha bruscamente interrotto il collegamento. L’intervistato: “È censura di Stato.”

Questo giovedì, 21 gennaio, Alberto Matano ha interrotto bruscamente il collegamento in diretta con un ristoratore. La decisione del noto giornalista e conduttore del programma “La Vita in diretta” non è immotivata. Difatti, l’intervistato è un ristoratore, interrogato dalla redazione per dare voce al suo piano di protesta contro le nuove norme anti-Covid dettate dal governo. L’iniziativa è quella di “Io Apro”, lanciata a partire dallo scorso venerdì 15 gennaio. La rivolta, spopolata sui social network con l’hashtag #IoApro, coinvolge tutti i proprietari di locali, invitati a riaprire ristoranti, pizzerie e bar in tutta Italia indipendentemente dai rigidi divieti ordinati dal nuovo dpcm. Tra i partecipanti c’è anche Fabio, il titolare del bar “Al Foro” (Trieste). A seguire il video.

LEGGI ANCHE >>> Striscia la Notizia, Antonella Clerici è la vera passione di Antonio Ricci

Il conduttore chiude il collegamento: “È censura di Stato.”

L’intervista avrebbe dovuto essere una normale occasione per condividere l’esperienza della protesta di Io Apro da parte del titolare. Tuttavia, il collegamento della celebre trasmissione non è andato come sperato e alla fine si è rivelato un vero e proprio flop. Difatti, il conduttore Alberto Matano ha avuto un piccolo diverbio con il proprietario del locale ribelle di Trieste e, a seguito di un litigio con quest’ultimo, ha immediatamente deciso di troncare definitivamente le riprese. Durante l’intervista, il titolare del bar si sfoga con la redazione giornalistica, spiegando i motivi della sua adesione all’iniziativa #IoApro. “Io devo sopravvivere e incassare.” – precisa – “devo pagare affitti e dipendenti. D’altronde, ristori non ne ho avuti e spero nella solidarietà dei cittadini.”

Alberto Matano ascolta con attenzione e si preoccupa del distanziamento tra clienti e inviati all’interno della struttura. Improvvisamente il conduttore si accorge di un dettaglio non indifferente: l’intervistato ha naso e bocca scoperti. Al netto diniego di Fabio all’invito di indossare la mascherina, il giornalista decide di chiudere definitivamente il collegamento, scusandosi col pubblico. “Mi scuso, è una mia mancanza” – dichiara il conduttore, ricordando di seguire dei protocolli precisi e rigorosi che “tutti sono tenuti a rispettare.”

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Scivolone a “Uno Mattina” Melania Trump definita “escort”: l’offesa è virale

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

Noi siamo vicini ai ristoratori” – continua Alberto Matano – “ma non vogliamo polemiche inutili. I presidi di sicurezza devono essere utilizzati da tutti per il bene di tutti, mi scuso con il pubblico a casa.”