Denuncia l’abuso sessuale: studente ritrovato morto nell’aula dell’Università

Guillaume T. aveva accusato di stupro l’eletto parigino del PCF Maxime Cochard. Il ritrovamento del corpo martedì.

Uno studente, il quale aveva precedentemente accusato di stupro un eletto del Consiglio di Parigi, è stato ritrovato morto martedì, 9 febbraio, impiccato nella sua aula universitaria nel campus dell’Università Paris-Nanterre, l’università parigina istituita nel 1964 e situata nella banlieue a nord-ovest della capitale. A dare la notizia è Le Parisien, confermata dalla procura stessa di Nanterre. I risultati delle indagini suggeriscono si tratti di un caso di suicidio; tuttavia, la ricerca è ancora aperta per ulteriori accertamenti su cause e circostanze del decesso. La vittima non è sconosciuta: il giovane, 20 anni, aveva condiviso un tweet sotto lo pseudonimo di Prunille.

LEGGI ANCHE >>> Suor André: a 116 anni sconfigge il Covid-19

“Sono stato violentato; ero vulnerabile”

“Dopo più di due anni, senza tuttora sapere come trovare le parole migliori per esprimere quello che mi è successo, mi rendo conto di essere stato violentato da Maxime Cochard, consigliere di Parigi e dall’altro membro del PCF Victor Labi lo scorso ottobre 2018: avevo solo 18 anni ed ero particolarmente vulnerabile.” Il post continua: “hanno approfittato della mia giovinezza, della mia ingenuità, ma soprattutto del fatto che a causa di problemi familiari non avevo un posto dove dormire. Si sono serviti delle loro responsabilità all’interno del PCF per avere rapporti sessuali indesiderati con me.”

Consapevole del considerevole peso delle due figure nella sfera politica, il 20enne aveva deciso di rompere il silenzio. Dalla pubblica denuncia in rete della sua spiacevole esperienza, i tweet di Guillaume hanno incoraggiato numerose persone a gridare contro le violenze fisiche e psicologiche subite. Maxime Cochard ha sempre negato le accuse e, dal suo account Twitter, aveva annunciato l’avvio ai procedimenti legali per diffamazione “totalmente falsa” contro di lui.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE >>> Klubradio: interrotte le trasmissioni dell’ultima radio indipendente

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

Pochi giorni dopo la sua denuncia, anche le persone di orientamento omosessuale hanno denunciato abusi e aggressioni sessuali: su Twitter migliaia di persone si sono riunite negli hashtag di tendenza #MeToo e #MeTooGay.

Fonte Le Parisien