Omicidio Napoli: Baglione conosceva l’amante di Piera

Salvatore Baglione, l’uomo che ha ucciso sua moglie Piera Napoli, ne conosceva il suo nuovo partner 

omicidio Napoli

Salvatore Baglione conosceva il nuovo compagno della moglie, Piera Napoli, tant’è che lo avrebbe anche minacciato. L’uomo, che il 7 febbraio scorso ha ucciso a coltellate la moglie, non sopportava la possibilità che la donna potesse rifarsi una vita senza di lui.

La coppia era separata in casa da due anni e sebbene Piera avesse tentato di denunciarlo, alla fine, non era riuscita a farlo, probabilmente per paura di ritorsioni. La donna avrebbe scelto di restare in casa per il bene dei figli e al nuovo compagno avrebbe confidato di temere che il marito potesse far loro del male.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Camionista scomparso a Vigevano, c’è una svolta nelle indagini

Palermo: Baglione non accettava che la moglie avesse un nuovo compagno

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da @__musicanapoletana__official

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>>  Violento impatto tra due auto: un uomo perde la vita

La trentaduenne Piera Napoli, la cantante neomelodica uccisa a coltellate lo scorso 7 febbraio dal marito, aveva una relazione con un altro uomo. Sebbene i coniugi vivessero separati sotto lo stesso tetto, Salvatore Baglione non sopportava l’idea che sua moglie non lo amasse più.

L’uomo ha colpito più volte la moglie con un coltello ferendola mortalmente. L’autopsia ha confermato, infatti, decine di coltellate molte delle quali si sarebbero rivelate fatali. Stando alle testimonianze dei famigliari, l’uomo era eccessivamente geloso e opprimeva la moglie al punto che lei aveva cercato di denunciarlo.

La donna temeva il marito e si era confidata con la sorella più piccola riferendole di alcuni comportamenti sospetti; avrebbe riferito che Salvatore le aveva dimostrato il suo amore ferendosi con un coltello. Anche il suo nuovo compagno, minacciato personalmente, era a conoscenza del timore di Piera circa la possibilità che il marito potesse far del male a lei e ai suoi figli.

La possibilità che la donna potesse essere felice con un altro uomo avrebbe spinto Salvatore a progettare l’omicidio, sebbene durante l’interrogatorio proprio l’uomo avrebbe parlato di raptus; una ipotesi che però contrasterebbe con la lucidità dimostrata subito dopo il delitto.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Himeralive.it (@himeralive.notizie)

L’uomo, infatti, avrebbe postato dei messaggi sui social, avrebbe accompagnato i figli dai nonni e poi sistemato le sue cose in una valigia, prima di recarsi in commissariato e confessare.