Sanremo 2021. Fermato perché senza mascherina: “Io sono una leggenda”

Sanremo 2021. Fuori dal Teatro Ariston è avvenuto un fatto che ha generato polemiche per l’assenza di mascherina di un personaggio in diretta tv

Sanremo
Sanremo, teatro Ariston (Getty Images)

Come ogni anno, lo show del Festival di Sanremo non avviene solo sul palco dell’ Ariston. Le strade della città ligure diventano un’occasione di festa grazie all’aggirarsi dei cantanti, vip più o meno celebri, giornalisti e fotografi in caccia di scoop e interviste.

L’edizione 2021 ha decisamente visto diminuire il solito tran tran richiamato dalla kermesse canora a causa delle limitazioni dovute alla pandemia da Coronavirus ancora fortemente dilagante. Tuttavia, anche quest’anno non sono mancati i siparietti e le polemiche anche in Corso Matteotti a Sanremo. Cos’è accaduto?

Le scene sono state riportate dalla trasmissione Ore 14, in onda su Rai2.

LEGGI ANCHE –> Fiorello scompare dal Festival, che è successo? I dettagli

Sanremo 2021. Fermato il sosia di Freddie Mercury

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Piero Venery (@piero222p)

Leggi anche -> Sanremo 2021. Folcast in conferenza stampa: “Mi si è accesa una scintilla dentro”

Fuori dal teatro Ariston, Red Ronnie e Veronica Maya si sono avvicinati a un sosia del celebre leader dei Queen, Freddie Mercury che, con il suo travestimento stravagante, ha attirato l’attenzione di passanti e telecamere.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Piero Venery (@piero222p)

L’uomo, identificato poi come Piero Venery, non indossava dispositivi di protezione individuale, attualmente obbligatori. Il presentatore Milo Infante, intervenuto dallo studio, ha invitato i suoi inviati ad allontanarsi. Ha detto: “La mascherina è un obbligo e va tenuta sempre. Questo imitatore è simpatico ma noi davvero non possiamo, allontanatevi”.

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter

L’imitatore è stato poi accompagnato in commissariato dagli agnti di polizia per accertamenti. Ha dichiarato alle forze dell’ordine: “Voi rappresentate la legge, io rappresento una leggenda”