Prof.ssa morta dopo il vaccino AstraZeneca. Sono due i medici indagati

Sono due i medici indagati per la morte della professoressa Annamaria Mantile, venuta a mancare lo scorso 2 marzo subito dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca. Indaga la Procura. 

Vaccino AstraZeneca
Vaccino AstraZeneca (Getty Images)

 

I medici indagati , come atto dovuto, per la morte della professoressa Annamaria Mantile sono due. La donna ha iniziato a sentirsi male due ore dopo aver ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca e deceduta lo scorso 2 marzo. La Procura sta verificando la causa del decesso e possibili colpe da parte dei sanitari. Ieri si sono svolti i funerali. 

 

 

LEGGI ANCHE —-> Covid-19, il Governo valuta nuove misure: spunta ipotesi lockdown

 

Il dolore per la perdita di Annamaria, persona sempre disponibile e buona

 

vaccino anti covid 19
(Photo by David Greedy/Getty Images)

 

LEGGI ANCHE —-> “Il Covid durerà 20 anni se non riapriamo”: il parere shock degli scienziati

Si sono tenuti ieri, domenica 7 marzo, i funerali di Annamaria Mantile, la professoressa napoletana di 62 anni deceduta il 2 marzo; tanta commozione e rabbia al funerale, svolto nel pieno rispetto delle norme anti covid 19, alle esequie hanno partecipato alcuni alunni e sue colleghe dell’Istituto Comprensivo Cesare Pavese, dove insegnava inglese.

Annamaria aveva ricevuto la prima dose di vaccino AstraZeneca il 27 febbraio, dopo due ore ha iniziato ad accusare dolori addominali, nausea e affaticamento. La Procura di Napoli ha avviato un’inchiesta per ipotesi di reato da parte dei medici, da stabilirsi è la causa del decesso e il rispetto dei protocolli sanitari.

Nel registro degli indagati, per ora, ci sono due medici; il medico di base, che contattato durante il pomeriggio di sabato 27 aveva prescritto ad Annamaria una flebo e un antispastico, e il cardiologo, che ha visitato la donna poche ore prima del decesso del 2 marzo, appurando che non vi fossero problemi cardiaci. Annamaria, in prima battuta, non sembrava avere problemi di salute.

 

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine FacebookInstagram e Twitter.

 

Questo episodio ha suscitato molto scalpore soprattutto per la vicinanza con la somministrazione del vaccino, attualmente però il decesso non è collocato al farmaco.