Napoli, svolta nel giallo dei cadaveri trovati in strada. Il dolore dei parenti…

Domenico Romano e Ciro Chirollo sono morti dopo una rapina finita male. A confessare l’accaduto Giuseppe Greco che ha causato l’incidente.

Pubblicato da Ciro Chirollo su Martedì 8 dicembre 2020

 

E’ arrivata una svolta nel ritrovamento dei due cadaveri a Marano nel Napoletano. Sono Domenico Romano, 39 anni, e Ciro Chirollo, 29 anni i due uomini che sono stati coinvolti in una rapina finita male. Giuseppe Greco, di 26 anni, ha confessato di aver speronato e ucciso i due rapinatori a bordo di uno scooter dopo aver subito una rapina.

LEGGI ANCHE — Due cadaveri per strada nel napoletano, rapina finita male o incidente?

La cugina di Ciro Chirollo su Facebook: “Vorrei svegliarmi da questo brutto sogno. Buon viaggio angelo mio”

Amore mio non immaginavo mai di dover piangere la tua assenza, sono passate poche ore e ancora non mi sembra…

Pubblicato da Annabella Scardia su Sabato 27 marzo 2021

LEGGI ANCHE — Giovane padre si accascia al suolo: la tragedia sotto gli occhi di un amico

Un Rolex, sarebbe questo il bottino di Domenico Romano e Ciro Chirollo che avrebbero affiancato la Smart Forfour in cui viaggiava Giuseppe e sotto la minaccia di una pistola l’avrebbero costretto a consegnare il prezioso orologio. Inizia così un rocambolesco inseguimento che si è trasformato in una tragedia. Il giovane Greco una volta raggiunti, ha speronato lo scooter facendoli cadere con violenza sull’asfalto della strada. Inizialmente il giovane, spaventato dell’accaduto, si è dato alla fuga. In un secondo momento però Giuseppe si è presentato in caserma raccontando l’accaduto.

Sui social tanti i messaggi di condoglianze per la morte dei due rapinatori Domenico Romano e Ciro Chirollo. Tra questi anche un post dedicato da parte della cugina di Ciro Chirollo, Annabella Scardia. “Vorrei svegliarmi da questo brutto sogno, da questa realtà che ci sta ammazzando tutti. Hai lasciato un vuoto incolmabile, un vuoto dentro che mai nessuno potrà riempire. In fondo non muore mai una persona se ti vive dentro. TU VIVI DENTRO DI ME ❤️ Buon viaggio Angelo Mio 🥺💔”

Se vuoi essere sempre informato in tempo reale e sulle nostre notizie di gossip, televisione, musica, spettacolo, cronaca, casi, cronaca nera e tanto altro, seguici sulle nostre pagine Facebook, Instagram e Twitter.

Pistola
Pistola (Getty Images)

Intanto Giuseppe Greco, incensurato di 26 anni, ascoltato dai Pm è ora indagato per omicidio volontario. I carabinieri giunti sul luogo dell’incidente, hanno rinvenuto oltre allo scooter sul quale viaggiavano le vittime, anche il Rolex e una pistola. Poco più avanti era stata ritrovata anche l’auto di Giuseppe. La prima ipotesi da parte carabinieri era stata proprio una rapina finita male. La versione raccontata dal giovane sarebbe compatibile con quanto emerso dalle testimonianze.

 

 

 

 

 

 

 

Impostazioni privacy